Si può fermare il razzismo con l’educazione?

Fermare il razzismo attraverso l'educazione è possibile? Ci sono pezzi di storia che non vengono insegnati ai bambini?

0
204
fermare il razzismo

Le rivolte in America ci suggeriscono che il razzismo c’è ancora. Ma come si può fermare il razzismo? Le proposte sono innumerevoli, e vanno dalle manifestazioni alle leggi. Ma forse, la riposta più efficacie sono i bambini.

I bambini sono la nostra eredità, coloro che prenderanno il mondo che noi gli lasceremo. Con una mente in costruzione e un futuro tutto da costruire, l’educazione è il primo passo che li separa dall’essere adulti.

Insegnare una storia diversa

Nel nostro sistema scolastico studiamo gli stessi programmi da decine e decine di anni. Alcuni ritengono che inserendo la storia dei neri all’interno della formazione scolastica, potremmo dare delle basi per una società libera dal razzismo.

In questo modo, i bambini potrebbero crescere consapevoli e istruiti sulle relazioni razziali. Potrebbe esserci maggiore comprensione e rispetto verso i neri e la loro storia. Potrebbe bastare questo a rendere le persone migliori concittadini.

Questo concetto è particolarmente in portante in America, dove i neri hanno dato innumerevoli contributi alla storia contemporanea. Questi contributi, questi soggetti storici devono essere scoperti e condivisi.

Non dovrebbe avere come fine far vergognare i bianchi o perseguitarli per gli errori che hanno fatto. Dovrebbe essere un’opportunità per accrescere la storia, che è il più grande libro della verità che potremmo mai possedere.

Fermare il razzismo con la Black History

La Black History è una storia ricca e affascinante. Al suo interno ci sono innumerevoli contributi che toccano ogni settore: politica, arte, religione o affari. Eredità che sono esistite e che possono ispiraci tutti, bianchi o neri che sia.

In questa narrativa, come tutti sappiamo c’è un lato oscuro che è quello del razzismo, delle crudeltà e della persecuzione. La negazione dei diritti civili, l’impossibilità di avere processi equi, la difficoltà dei cittadini neri di essere inclusi in una società di egemonia bianca.

Alcuni esempi di storia che non conosciamo o che non ci viene insegnata?

Molti bambini americani non sanno cosa sia La Underground Railroad e Juneteenth, la fine formale della schiavitù avvenuta il 19 giugno del 1865.

Oppure, il 54° reggimento di fanteria del Massachusetts, comandato da ufficiali bianchi ma composto esclusivamente da neri. Quel reggimento prestò servizio all’esercito durante la guerra civili. Fu acclamato molto dopo la guerra per il suo valore e la sua capacità militare. Ne possiamo vedere una raffigurazione nel film Gloria, con Denzel Washington.

Comandato da ufficiali bianchi, il 54° reggimento di fanteria del Massachusetts completamente nero prestò servizio nell’esercito dell’Unione durante la guerra civile. Raffigurato nel film Gloria , con Denzel Washington.

Il reggimento ha costruito un’eredità di acclamazione diffusa per il suo valore e l’esecuzione militare. Combatté battaglie in Carolina del Sud, Georgia e Florida. In particolare, nell’area di Charleston, la città del Campidoglio confederato.

Oppure non possono passare in secondo piano molte icone politiche nere. Tra queste ricordiamo Frederick Douglass e Booker T. Washington, entrambi nati in schiavitù. Douglass divenne consigliere di quattro presidenti degli Stati Uniti in carica. Mentre Washington ha fondato i college ed è considerato il padre fondatore del movimento per i diritti civili.

Cosa perderemmo senza la storia?

Spesso all’interno dei modelli di storia americana, si fa passare un messaggio sbagliato ai bambini. In questo modo, gli adulti del futuro crederanno che le piantagioni erano posti felici e che i neri erano trattati come parte della famiglia.

non possiamo cambiare il nostro passato, ma possiamo imparare da esso“, dovrebbe essere questa la frase chiave della Storia che impariamo a scuola. E’ il motivo per cui noi in Italia studiamo il periodo del fascismo. Non possiamo cambiare quello che è successo, ma studiando e informandoci possiamo capire cosa era sbagliato e allora possiamo non farlo più.

Fermare il razzismo con l’educazione quindi è possibile? Probabilmente sì. Finché nessuno tenterà di inserire un programma di storia più ampio all’interno dei libri di scuola, non potremmo saperlo. Il nostro mondo va avanti, e noi dobbiamo progredire insieme a lui ed essere migliori.

Commenti