Boudoir Disability: la fotografia che abbatte le barriere

0
556

Due grandi donne. Due professioniste. Un progetto importante. Da un’idea di Micaela Zuliani fotografa professionista e ideatrice di “Portrait de Femme” e Valentina Tomirotti giornalista e blogger di Pepitosablog nasce un importante progetto che vuole abbattere le barriere dimostrando che tutto è possibile.

Valentina Tomirotti si mette in gioco e presta il suo corpo e la sua voglia di giocare con la femminilità agli occhi sapienti di Micaela Zuliani che per il progetto ha organizzato uno shooting che si sta scattando proprio in questi giorni.

La femminilità sboccia negli occhi di chi la sa riconoscere, fotografie femminili dedicate alla donna che vogliono essere un omaggio stesso per lei. Il progetto Portrait de Femme e di Boudoir Disability mettono al centro dell’attenzione la donna nella sua naturalezza ma non pensate a nulla di volgare, gli scatti che potete vedere anche tramite il sito e i social ufficiali mostrano le diverse personalità delle donne fotografate e presto vedremo anche gli scatti di questo importante progetto.

La tematica principale di Boudoir Disability è l’unire la femminilità e la sua sensualità ad un argomento ancora tabù come la disabilità, il progetto vuole essere di sensibilizzazione e spingerci a riflettere su quanto anche un corpo non legato ai canoni imposti dalla società possa essere bello.

Concludiamo sottolineando che il concetto di Boudoir rappresentato da Micaela Zuliani in Portrait de Femme non è per nulla volgare, lo dimostrano le numerose donne con le più differenti fisicità e personalità che hanno scelto di posare senza mai risultare esagerate… perché sensualità non è sessualità.

Angelica Losi on twitter @AngyLosi

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here