Bosnia e NATO? La Russia non ci sta!

0
568
Bosnia e NATO

L’agenzia di Stampa inglese Reuters riporta che se la Bosnia aderirà alla NATO per la Russia sarà un atto ostile nei suoi confronti. L’ambasciata Russa con sede a Sarajevo ha fatto sapere in un comunicato che “In caso di riavvicinamento pratico della Bosnia-Erzegovina con la NATO, il nostro Paese dovrà reagire a questo atto ostile”.

Bosnia e NATO

Bosnia, Kosovo e Serbia sono gli unici paesi dei Balcani che non hanno aderito al Patto Atlantico. Tuttavia la Bosnia ha da tempo intrapreso un piano d’azione per aderire al Patto. Seppur la frangia politica filo-russa dei serbi, guidata da Milorad Dodik attualmente alla presidenza tripartitica del Paese, auspicano che il paese rimanga fuori dalla NATO e soprattutto dall’ alleanza militare guidata dagli Stati Uniti. L’ambasciatore russo nel paese balcanico Igor Kalabuhov ha incontrato, pochi giorni fa, Zeljko Komsic, croato colui che nella presidenza spinge per l’adesione netta alla NATO. Nessuna della due parti ha dichiarato che si è discusso della NATO però l’ufficio di Komsic ha comunicato che si è discusso delle riforme che il Paese dovrà intraprendere per entrare nell’ Unione Europea.

La tensione per la questione Bosnia NATO si avverte nell’aria dei Balcani

La tensione tra serbi, bosniaci e croati all’interno della presidenza tripartitica è evidente. Komsic e il membro bosniaco della presidenza Sefik Dzaferovic a dicembre si sono rifiutati di incontrare il ministro degli esteri russo Sergej Lavrov, adducendo ad una mancanza di rispetto nei loro confronti. Difatti dopo l’incontro del ministro russo con Dodik, vicino alla linea politica russa, la bandiera nazionale bosniaca non era in mostra. Komsic ha dichiarato che “L’atteggiamento russo è un gioco geopolitico atto a fermare l’espansione della NATO in Europa”. Il principale partito democratico in Bosnia ritiene “Inappropriata l’ingerenza da parte di Mosca negli affari della Bosnia”. Dal canto suo Mosca risponde che “Nessuna espansione NATO ha mai migliorato i rapporti tra la Russia e i nuovi membri”.

Ricomincia la guerra fredda Russia-USA?

L’ambasciata russa nel Paese balcanico ha poi ricordato che “Il Patto Atlantico nasce come lotta contro la Russia”. Di conseguenza l’adesione alla NATO costringerà Sarajevo a “Prendere una posizione nello scontro politico-militare”. Certo che nel clima che si è creato a causa delle dichiarazioni fatte da Biden a cui hanno fatto seguito le risposte di Putin, sembra essere tornati indietro di trent’anni. Questo è quanto di meno l’Europa e i suoi cittadini si augurano, ma inevitabilmente questo fatto si rifletterà in tutti i trattati e accordi politici, economici, finanziari e strategici. La Bosnia Erzegovina può essere solo l’inizio delle prime ostilità USA-Russia.