Borghi d’Italia: le meraviglie del Lazio e di Tivoli

0
450

In questa fine d’anno la trasmissione Borghi d’Italia, in onda su TV2000, dedicherà una serie di puntate alle bellezze del Lazio. Vediamo più nel dettaglio.

Borghi d’Italia: quali sono i luoghi visitati?

Questa volta il programma farà tappa nel Lazio, passando da Tivoli a Fiumicino, fino a Valmontone. Un’occasione per visitare luoghi meno noti, ma ugualmente ricchi di leggende e suggestioni mitiche.

In questo anno così difficile, appena le condizioni lo hanno consentito e nel pieno rispetto delle norme di sicurezza sanitaria, abbiamo ricominciato le riprese sia in luoghi non distanti da Roma sia in località dove è stato possibile predisporre la trasmissione” ha spiegato il giornalista Mario Placidini, conduttore di Borghi d’Italia. “Spesso è sufficiente allontanarsi pochi chilometri dalla propria città per scoprire luoghi incantevoli: vale per la Capitale, ma ovviamente per ogni parte della nostra meravigliosa Penisola. Attraverso Borghi d’Italia facciamo il possibile per mantenere viva l’attenzione verso le bellezze italiane, soprattutto in questo periodo di forti limitazioni agli spostamenti“.

Tivoli: Villa Adriana e Villa d’Este

Parlando di Tivoli, la troupe del programma ha potuto visitare il sito archeologico di Villa Adriana, residenza imperiale del II secolo A.C., e patrimonio dell’Unesco. Le sue particolarità, le fontane con giochi d’acqua e bellissimi arredi, si ritrovano anche in un altro gioiello di quei luoghi, Villa d’Este. Anche quest’ultima fa parte dei patrimoni dell’Unesco, ed è la massima esponente dell’architettura rinascimentale.

Villa Gregoriana

Ma non solo. Un’altra residenza è Villa Gregoriana, che sfoggia un parco con una bellissima cascata (la seconda in Italia per altezza). Per non parlare del Santuario di Ercole vincitore, esempio di architettura romana che celebra l’antico culto del dio Ercole. La nuova edizione di Borghi d’Italia ha in programma 38 nuove puntate, e privilegerà il contatto con lo spettatore e il carattere esperienziale. “Né potevano mancare approfondimenti enogastronomici per narrare le tipicità locali e le loro origini, spesso umili e strettamente connesse a quello che è stato lo sviluppo economico e sociale dei singoli territori” ha concluso Mario Placidini.

Nel caso voleste seguire la trasmissione via radio, potete trovarla sulle frequenze di Radio Vaticana Italia ogni domenica alle 17.30, oppure su Radio InBlu alle 15.30.

Giornate Fai luoghi Lazio

Commenti