Bookdealer e CUAMM: quando la rete diventa “sociale”

Bookdealer aderisce alla campagna "Un vaccino per noi" dei Medici per l'Africa CUAMM

0
236
Bookdealer e CUAMM

Nel 2020 durante il periodo più pesante della pandemia nasceva Bookdealer. In quel periodo i libri erano così richiesti che neanche i grandi store on-line riuscivano a smaltire le richieste. Un gruppo di giovani ha pensato di creare Bookdealer, una rete online di librerie indipendenti. Il progetto è inserito nella realtà quotidiana delle librerie italiane che hanno aderito, oggi già in 700. Difatti questa piattaforma di e-commerce sostiene le librerie che fanno consegne nel loro quartiere di persona o tramite corriere anche in luoghi più lontani. Insomma un’alternativa che aiuta il mercato tradizionale, usando il web. Vi chiederete ma che centra Bookdealer con i Medici con l’Africa CUAMM? É presto detto: Bookdealer partecipa all’iniziativa “Un vaccino per noi” lanciata da Medici con l’Africa CUAMM.

Cos’è la campagna “Un vaccino per noi”?

Ne ho parlato spesso dell’urgenza di vaccinare il popolo africano, ecco che si presenta l’occasione di contribuire materialmente. “Un vaccino per noi” è la campagna indetta da i Medici di CUAMM, a cui Bookdealer ha aderito. Pertanto, per ogni acquisto sulla piattaforma dal 15 giugno al 15 luglio Bookdealer donerà un euro alla campagna . I vaccini in Africa cominciano ad arrivare, saranno le figure chiave del settore sanitario i primi ad essere vaccinati: medici, infermieri, ostetriche e tutti gli operatori amministrativi e di supporto. Nei Paesi in cui è presente CUAMM sono 20.000 gli operatori sanitari. Contribuendo alla campagna, si permetterà al motore che tiene i giri per aiutare tutti, di continuare a lavorare, ma in sicurezza. In Africa entro la fine del 2021 servirà coprire una richiesta vaccinale di 1,3 miliardi di unità.

Bookdealer e CUAMM stesso obiettivo: mettere al centro le persone

Il 10 giugno alle ore 19 verrà presentato su tutte le piattaforme di Bookdealer il libro “Quello che possiamo imparare in Africa” scritto dal direttore di Medici con l’Africa CUAMM, don Dante Carraro e da Paolo Di Paolo. Per Bookdealer sarà stato facile aderire alla campagna di CUAMM. Infatti, nel progetto commerciale digitale le persone e la relazione interpersonale restano, comunque, un punto imprescindibile. É vero che si usa la tecnologia, ma il contatto umano è fondamentale. La domanda e l’offerta deve avvenire non tramite un algoritmo ma tramite il fattore umano. Il libraio e il lettore usano la tecnologia senza dimenticare ciò che conta veramente acquistando un libro: lo scambio di opinioni, la cultura, la possibilità di avere nuovi punti di vista accettando un consiglio.


Africa: quello che possiamo imparare da questa terra


Tendere la mano e ascoltare

Proprio come i medici con l’Africa CUAMM che in Africa parlano, ascoltano creano condizioni culturali che possono aprire un mondo a persone che non sanno di avere già una chiave nascosta in loro.

Commenti