Bonus 2020: le agevolazioni previste dalla prossima Legge di Bilancio

0
627
Ldb 2020: quali sono i bonus più attesi.

In attesa della sua approvazione definitiva, c’è grande attesa per quelli che dovrebbero essere i bonus 2020 inseriti nella Legge di Bilancio che diventerà ufficiale entro la fine dell’anno. Tra le varie misure che saranno sottoposte all’esame decisivo delle Camere nelle prossime settimane, quelle che maggiormente sembrano interessare i cittadini sono innanzitutto il cuneo fiscale, il bonus per la televisione, gli incentivi per le ristrutturazioni «green» e il cosiddetto cashback, ovvero il sostegno riconosciuto a chi effettuerà i pagamenti con le carte e non più in contanti.

Entrando nel dettaglio dei bonus 2020 che già fanno parte della manovra economica di prossima approvazione, quello che sta facendo discutere è sicuramente il provvedimento di riduzione del cuneo fiscale per i lavoratori. Il beneficio dovrebbe essere appannaggio dei dipendenti con reddito compreso fra gli 8.174 euro ed i 35mila euro. Invece, in merito al bonus busta paga (che dovrebbe essere di circa 40 euro in più, anche se in questa fase non è stato ancora confermato) il governo M5S-PD avrebbe deciso di stanziare una somma di 3 miliardi per il primo anno di attuazione, salendo poi a 5 miliardi a partire dal secondo anno. Ad oggi è stato annunciato che la misura dovrebbe partire dal mese di luglio, anche se ulteriori dettagli ed eventuali conferme o cambiamenti in corsa si potranno avere soltanto quando verrà varato un decreto collegato alla LdB.

Cuneo fiscale: cosa dovrebbe cambiare con la LdB 2020.

Novità in arrivo per i pagamenti. Infatti i consumatori che effettueranno le proprie spese con il bancomat dal prossimo anno potrebbero ricevere un interessante vantaggio. L’utilizzo e le modalità per ottenere questo sussidio verranno stabiliti da un decreto stilato dal Ministero dell’Economia e delle Finanze che dovrebbe essere sottoscritto entro il 30 aprile del prossimo anno. Il ministro Roberto Gualtieri ha già anticipato che l’entità del premio aumenterà a seconda della quantità delle adesioni: al momento si parla di una cifra che dovrebbe oscillare tra i 100-200 euro per ogni consumatore. Tuttavia è già stato chiarito che questo bonus 2020 non verrà erogato a tutti coloro che pagheranno con la carta, ma solo se gli acquisti verranno effettuati verso quei settori che risultano maggiormente a rischio di evasione fiscale.

Guida ai Bonus 2020: dagli incentivi per le Tv ai sussidi per le famiglie

Proseguendo con l’approfondimento sui bonus 2020 che dovrebbero diventare operativi con l’approvazione della nuova manovra economica, non si può non menzionare l’assegno unico per le famiglie. Graziano Delrio, capogruppo del Partito Democratico alla Camera, ha dichiarato che si sta lavorando alacremente ad un disegno di legge che porta la sua firma e che prevede un sussidio a determinati nuclei familiari tramite assegno unico. L’ex ministro dei Trasporti in più di un’occasione ha chiarito che l’intenzione è quella di riconoscere un sostegno economico mensile fino al compimento dei 18 anni del figlio, la cui entità dovrebbe arrivare fino a 200 euro al mese.

Restando in tema di sussidi alle famiglie, la maggioranza giallorossa starebbe valutando l’opportunità di migliorare il provvedimento per affiancare i genitori nel pagamento delle rette degli asili nido. L’obiettivo è quello di incrementare la misura dai 1.500 ai 3.000 euro per i nuclei familiari con Isee al di sotto dei 25mila euro, e di portarla da 1.500 a 2.500 euro per quelli che hanno un reddito compreso tra 25mila e 40mila euro.

Bonus asilo nido: le novità attese per il 2020.

Si avviano verso la conferma le detrazioni fiscali relative alla riqualificazione energetica, alle ristrutturazioni degli edifici ed anche all’acquisto al termine dei lavori di arredamento ed elettrodomestici dotati di classe energetica elevata. A partire dal prossimo anno, inoltre, dovrebbe essere riconosciuta una detrazione del 90% delle cifre versate per l’ammodernamento delle facciate degli edifici allo scopo di migliorare l’aspetto estetico delle città italiane.

Bonus Casa facciate e ristrutturazioni: cosa prevede la LdB 2020

Il governo pare abbia tutta l’intenzione di sottolineare l’importanza degli interventi volti alla tutela dell’ambiente. In quest’ottica rientra la permanenza anche nella Legge di Bilancio 2020 del bonus verde, ossia la detrazione del 36% dalle spese sostenute per rivalutare aree verdi rimaste prive di edifici, immobili, recinzioni o impianti di irrigazione. Inoltre la misura verrebbe riconosciuta anche per la realizzazione di giardini pensili e coperture verdi. Teresa Bellanova, ministra delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, ha garantito che questo sussidio non verrà eliminato.

Una novità invece dovrebbe essere il contributo economico per il rinnovo degli impianti elettrici ormai obsoleti all’interno dei condomini. In tal modo si cerca di incentivare alle opere di ammodernamento e di messa in sicurezza, con lo Stato che garantirebbe un rimborso pari a 1.200 euro per ogni appartamento rientrante nei lavori, e fino a 900 euro per ogni piano dell’edificio.

Non si dovrebbe attendere, invece, il prossimo anno per l’incentivo sulle nuove Tv. Questo bonus 2020 si potrà richiedere a partire dal 18 dicembre. Siccome l’introduzione dell’innovativa tecnologia DVB-T2 costringerà diversi consumatori a cambiare televisore o ad acquistare un nuovo decoder, il governo ha deciso di stanziare 151 milioni per questo sussidio che prevede sconti fino a 50 euro per l’acquisto di un dispositivo adeguato al nuovo sistema di ricezione. La misura scatterà per le famiglie con Isee inferiore ai 20mila euro.

Commenti