Bolzano – Fitto mistero sulla scomparsa di Peter e Laura

0
730

Nessuno li ha visti, nessuno sa nulla, si brancola nel buio. Neumair e Perselli hanno lasciato la loro casa di Bolzano il 4 gennaio. Nuove ricerche: setacciato ancora il fiume alla confluenza tra Adige e Isarco

Che fine hanno fatto i coniugi Neumair? Nessuno li ha visti, nessuno sa nulla, si brancola nel buio più fitto. Avanti anche in Trentino le ricerche di Peter Neumair e Laura Perselli, la coppia scomparsa da Bolzano lunedì 4 gennaio. 

Peter Neumair e Laura Perselli sono scomparsi da 9 giorni

Tante in queste due settimane le forze messe in campo. I militari del Comando Provinciale carabinieri di Bolzano si sono messi subito al lavoro: a quel che si è ricostruito, i due, 68 e 63 anni sarebbero usciti dalla loro casa in via Castel Roncolo, nel tardo pomeriggio del 4 gennaio, alle 18 circa, per fare una passeggiata. Da lì, il vuoto. I due probabilmente si sono allontanati a piedi dato che sia le biciclette sia la macchina sono state trovate posteggiate nel cortile di casa. Le ipotesi: un incidente oppure una aggressione. Si è pensato fossero finiti sotto l’enorme frana che due martedì fa aveva travolto l’hotel Eberle, ma i riscontri sono stati negativi.

Anche oggi si torna a cercarli. Ovunque. Le ricerche dei coniugi verranno portate avanti da un lato dai vigili del fuoco di varie squadre sia della provincia di Trento sia di quella di Bolzano. Verrà setacciato ancora il fiume rispettivamente dalla confluenza tra Adige e Isarco (ormai l’Isarco è stato setacciato palmo-palmo) fino a Salorno e da Roverè fino alla diga di Mori. Oltre la diga di Mori spiega il quotidiano locale  è quasi impossibile che una persona, seppur di corporatura minuta, possa passare. Oltre all’ecoscandaglio dei vigili del fuoco di Bolzano, sono disponibili ancor più nuovi e performanti modelli in arrivo da Firenze e Roma. 

Oggi ricerche avanti: la scomparsa era stata denunciata dal figlio Benno

Ma si cercherà anche a monte, sopra Bolzano sul Renon, nelle zone che i Neumair frequentavano e che sono eventualmente anche raggiungibili a piedi da via castel Roncolo. Sono in campo tre squadre del Soccorso alpino e una dozzina di carabinieri. Si vuole setacciare tutta l’area nei pressi di sentieri usati per le passeggiate da Bolzano a Soprabolzano, Santa Maria Assunta e l’area intorno. 

La scomparsa è stata denunciata dal figlio Benno: dopo 22 ore che i genitori mancavano dalla casa in via Castel Roncolo, si è presentato dai carabinieri di Bolzano. I militari dell’Arma hanno fatto subito scattare il piano provinciale per le ricerche ma, dopo 9 giorni, non si è arrivati a nulla. Perselli è alta 168 centimetri e al momento della scomparsa indossava un cappotto lungo di lana beige, gonna bianca di velluto, stivali di camoscio ricamati con dei fiori ed una borsetta bianca. Il marito Neumair è alto 1.77 ed indossava una giacca blu.

Commenti