Bolsonaro: “O mi arrestano, o mi uccidono o vinco”

Così il presidente brasiliano parla del suo futuro alle elezioni

0
384
Bolsonaro contro l'approvazione del vaccino per i bambini

“Ho tre alternative per il mio futuro: essere arrestato, ucciso o vincere”. È così che il presidente brasiliano Jair Bolsonaro si è rivolto a un gruppo di evangelisti nell’ambito delle elezioni presidenziali previste per il 2022. Bolsonaro ha più volte diffuso disinformazione sulle frodi elettorali, sostenendo che il voto elettronico faciliti i brogli.

Cosa ha detto Bolsonaro sul suo futuro alle elezioni presidenziali?

In un discorso ai leader evangelici, il presidente brasiliano Jair Bolsonaro ha detto di avere tre alternative per il suo futuro nell’ambito delle presidenziali del 2022, “essere arrestato, ucciso o vincere”. Il presidente ha tuttavia promesso che non si farebbe mai prendere da intimidazioni durante i crescenti disordini che il Paese sta affrontando. Negli ultimi tempi, in molti hanno criticato il presidente per non aver aderito alle linee guida sulle mascherine. Inoltre, Bolsonaro è sotto indagine per la sua gestione superficiale della pandemia di coronavirus.

Bolsonaro ha più volte diffuso disinformazione elettorale

Non si tratta della prima volta che il presidente brasiliano commenta le elezioni, previste per il prossimo anno. Il capo di Stato aveva già messo in dubbio il sistema di voto elettronico, sostenendo che potesse facilitare eventuali casi di frode. Anche YouTube ha sospeso ben 14 canali a sostegno del presidente che avevano promosso una serie di notizie false, diffondendo così disinformazione sulle imminenti elezioni. La Corte Elettorale Superiore del Brasile ha criticato il fatto che il Paese utilizza schede stampate. Diversi membri della Corte Suprema locale, sia in attualmente in carica che non, hanno dichiarato che non esistono frodi all’interno del sistema elettorale del Paese, che comprende appunto la possibilità di votare in modalità elettronica.

Anche Luiz Inàcio Lula da Silva critica il presidente in carica

Anche l’ex presidente brasiliano Luiz Inàcio Lula da Silva, in corsa contro il presidente in carica, ha criticato Bolsonaro. Lula sostiene che il presidente stia utilizzando la disinformazione elettorale per distogliere l’attenzione del pubblico dalla situazione di povertà e disoccupazione. Un sondaggio PoderData dell’inizio di questo mese ha rilevato che se i cittadini dovessero recarsi alle urne ora, Bolsonaro perderebbe contro il suo sfidante con una percentuale 32%-52%.


Leggi anche: Brasile: sostenitori di Bolsonaro protestano contro voto elettronico

Brasile: Alta Corte Elettorale indaga su Bolsonaro