Bolsonaro-Lula: primo dibattito in vista delle elezioni

0
251
Elezioni Brasile: Lula fa appello agli evangelici

Il 2 ottobre i cittadini brasiliani sono chiamati alle urne per il primo turno delle elezioni. Se nessun candidato otterrà più del 50% dei voti validi ci sarà il ballottaggio il 30 ottobre. In vista delle elezioni si è svolto il primo dibattito Bolsonaro-Lula. Acceso scambio di accuse tra i due candidati.

Dibattito Bolsonaro-Lula: cos’è successo?

In vista delle elezioni presidenziali di ottobre si è svolto il primo dibattito TV tra i candidati. L’evento televisivo, che includeva 6 dei 12 candidati alla presidenza del Brasile, ha visto un pesante scambio di accuse tra il presidente Jair Bolsonaro e il suo principale rivale, il leader di sinistra Luiz Inacio Lula da Silva.  Bolsonaro ha accusato l’ex presidente Lula di aver guidato il governo più corrotto della storia del Brasile. Ha descritto Lula come un ex politico corrotto che cerca di riprendere il potere. Nel suo discorso di apertura, Bolsonaro ha definito Lula un “ladro“.

Ha poi messo in evidenza il cosiddetto scandalo “Autolavaggio“, uno schema pay-for-play che avrebbe comportato tangenti a politici e funzionari della compagnia petrolifera Petrobas, a maggioranza statale, in scambio di lucrativi contratti. Lula, che ha sempre affermato la sua innocenza, è stato condannato nel 2017 per riciclaggio di denaro e corruzione in relazione allo schema, ma è stato rilasciato dal carcere nel 2019. La Corte Suprema del paese ha annullato la condanna nel 2021.

Lula ha risposto che Bolosnaro sta diffondendo “menzogne” e, a sua volta, ha accusato Bolsonaro di aver distrutto il Brasile, di aver disfatto anni di crescita economica e iniziative contro la povertà. Lula, che ha concentrato il suo discorso sulla difesa dell’ambiente e dell’Amazzonia, ha criticato Bolosnaro per l’aumento della deforestazione durante il suo mandato, l’avanzata dell’inflazione, la povertà e la diffusione della fame.

Anche gli altri candidati attaccano Bolsonaro

Anche gli altri candidati hanno attaccato Bolsonaro. Simone Tebet, candidato per il partito centrista Movimento Democratico Brasiliano, ha affermato che Bolosnaro è una minaccia per la democrazia e per questo è arrivato il momento che il Brasile cambi presidente. Tebet ha anche fatto notare la cattiva gestione dalla pandemia di coronavirus da parte del presidente. “Ha minimizzato la gravità della pandemia, ha diffuso disinformazione sui vaccini, compresa la falsa affermazione che i vaccini Covid-19 aumentano la possibilità di sviluppare l’AIDS”, ha detto Tebet. Il candidato di centrosinistra, Ciro Gomes, ha invece accusato Bolosnaro di mentire sui suoi successi economici. “Sentire il presidente Bolsonaro dire che l’economia è in piena espansione è qualcosa che mi sciocca”, ha detto Gomes.

Cosa dicono i sondaggi?

I sondaggi di Datafolha mostrano che Lula è in vantaggio su Bolsonaro (47%-32%). Tuttavia altri sondaggi mostrano che il divario tra i due candidati si sta restringendo.


Leggi anche: Bolsonaro vs Lula: si avvicinano le elezioni in Brasile