Resta aggiornato con le nostre news

  • Ricevi le news più interessanti 
  • Scopri le ultime novità
 
 

Bologna, torna la Fruit Exhibition dal 1 al 3 febbraio

Fruit Exhibition è il mercato internazionale dell’editoria e dell’arte indipendente che raccoglie le più interessanti pubblicazioni cartacee e digitali che includono libri d’artista, cataloghi, progetti grafici, riviste, e cartotecnica.

Per la prima volta, la settima edizione di Fruit Exhibition sarà ospitata nella sede dello storico Palazzo Isolani di Bologna, che si affaccia su piazza Santo Stefano, nota per le sue Sette Chiese. L’evento è aperto al pubblico e conta oltre cento tra i migliori editori indipendenti italiani e stranieri e presenta un programma di conferenze, workshop, mostre e installazioni.

La scorsa edizione di Fruit Exhibition ha attirato un pubblico di oltre 6.000 visitatori. Anche quest’anno si svolge in concomitanza con Arte Fiera e Art City, nel fine settimana dedicato ogni anno all’arte contemporanea, che garantisce un importante afflusso di appassionati di linguaggi visivi contemporanei.

Per omaggiare la capacità di sorridere davanti agli imprevisti e dei paradossi della vita quotidiana, il tema di questa Fruit Exhibition è dedicato allo humor. L’idea degli autori, è legata al fatto che in Italia, per occuparsi di cultura e di editoria, è sempre necessaria un po’ di leggerezza, di colori shock, di stupore, di ironia, di satira e anche di humor, forza vitale che trascina al di là della forma e degli stili.

fiera dell'editoria indipendente creativa
Palazzo Isolani è la nuova location per la settima edizione di Fruit Exhibition

Le novità 2019

Quest’anno è stato introdotto il premio FIP – Fruit Indie Publishing, rivolto ai migliori prototipi di libro artistico, progetti editoriali indipendenti e zines e promosso da Fruit Exhibition in collaborazione con la storica cartiera Favini. Il concorso, gratuito, è rivolto a tutti gli artisti e agli editori che presenteranno entro il 15 marzo 2019 un progetto editoriale inedito, in formato digitale, legato al tema dello humor e che sappia distinguersi per la ricerca tecnica e formale in relazione ai contenuti. Scopo del concorso è far emergere la diversità e la vivacità espressiva del settore editoriale indipendente, per incoraggiare e omaggiare tutti gli artisti e creativi che hanno scelto il libro o la rivista come forma d’espressione, in quanto media e oggetto d’arte tradizionale e al contempo d’avanguardia.

L’esibizione ospiterà anche Cronòtopo, la narrazione della biblioteca attraverso l’arte, progetto che l’artista Cosimo Veneziano ha concepito per l’anniversario di Salaborsa, a partire dalla sua residenza nella città di Bologna. Sono stati creati manifesti e segnalibri per la storica biblioteca bolognese e la mostra Out of the Aeons che si terrà nei giorni di Fruit Exhibition. Le opere che verranno esposte in biblioteca sono l’esito del lavoro che l’artista ha fatto sul luogo, conservando un forte legame con esso e con la sua memoria collettiva.

Corsi e laboratori

Sarà possibile anche fare esperienze di editoria scandinava con Norske Bøker – A Travelling Collection a cura di Codex Polaris, ospitata da Un Altro Studio, in via Capo di Lucca, mentre all’interno di Palazzo Isolani trovano spazio le mostre Some Sheep dell’artista inglese Judith Erwes e I Drink Alone, una selezione di disegni originali tratti dall’ultimo libro d’artista di Kay Arne Kirkebø, che ritraggono scene di vita quotidiana a sfondo dark, ma al contempo piene di humour.

Tra le attività a cui si potrà aderire nei giorni del festival non mancano i talk. Tra i più importanti ci sarà quello su come l’infografica ha cambiato i giornali con Marco Enrico Giacomelli (vice direttore di Artribune) e Stefano Cipolla (Art director L’Espresso) e Italian paper, il magazine indipendente oggi in italia con i maggiori protagonisti della rinascita dei magazine cartacei italiani; la presentazione di Art Book Stories, un documentario sull’editoria indipendente artistica che l’Associazione Crudo sta girando con la collaborazione di vari partners, tra cui la fondazione FITSTIC; le presentazioni di libri, che vede protagonisti, tra gli altri, Alterazioni Video e Fosbury Architecture che parleranno di INCOMPIUTO: La nascita di uno stile edita da Humboldt Books; i workshop, come Indie Paper con Edizioni del Frisco e Francesco Ciaponi incentrato sul fenomeno della rinascita dei magazine indipendenti per concludere con la progettazione e realizzazione di una zine o un magazine a tema libero e rigorosamente analogico; oppure Art Tattoo Shop con Erik Kessels e Chantal Rens dove i due artisti danesi inviteranno i partecipanti a creare e giocare con immagini e collage.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *