Allo stadio Marassi di Genova , la Samp di Giampaolo affronta un ben organizzato Bologna che concede poco ai padroni di casa. Il primo tempo inizia in maniera scoppiettante. Con gli ospiti sicuramente più aggressivi degli avversari. 

Solo due le grandi occasioni che caratterizzano i primi 45 minuti di gioco. La prima è per i blucerchiati. Con Quagliarella che, superato Mirante, si vede sfumare il quasi trasformato gol da una spaccata del pronto Romagnoli.

La seconda ed ultima è per la squadra di Roberto Donadoni. A servire l’assist a  Dzemaili è Verdi. Lo svizzero pecca di altruismo servendo a sua volta Avenatti che sbaglia completamente il tiro per la gioia dei tifosi blucerchiati.

Dopo il rientro in campo , si assiste al solo gioco dei rossoblu. È la squadra emiliana a fare la partita. Velocità, tecnica, manovra, verticalizzazioni che, però, non riescono ad essere finalizzate da parte di nessuno dei ragazzi. La Samp aspetta e sembra addirittura subire inerme l’attacco del nemico. Ma, durante i colpi finali, dopo i miracoli di Viviano su Dzemaili prima e, Palacio poi, dall’altro lato del terreno, Quagliarella serve Zapata in area. In un primo momento l’attaccante ligure colpisce il palo, ma non sbaglia mira quando gli si ripresenta l’opportunità di battere a rete. È il ‘93 e la tifoseria di casa esplode di gioia per il gol dell’1-0 che regala i tre importanti punti a Giampaolo. 

Sono 51 e , davanti, a quota 54, c’è l’Atalanta di Gasperini e il Milan di Gattuso. Tre grandi squadre che si giocheranno, nelle ultime cinque gare, un posto per l’Europa League. 

Condividi e seguici nei social

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here