Bollette luce e gas: perché da aprile i prezzi saranno più bassi

0
336
Bollette luce e gas: prezzi in calo da aprile.

In questo periodo di grande difficoltà dovuto all’epidemia da coronavirus e alle conseguenti misure restrittive adottate dal Governo, è arrivata una notizia sostanzialmente buona per gli italiani. L’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA) ha infatti comunicato che a partire dal mese di aprile si abbasseranno i prezzi delle bollette luce e gas. Il calo è legato principalmente alle quote al ribasso che ci sono sul mercato dell’ingrosso delle materie prime, poiché l’emergenza sanitaria ha causato una drastica riduzione dei consumi.

Dunque, a partire dal prossimo mese, e per tutto il secondo trimestre del 2020, le bollette luce e gas subiranno una riduzione rispettivamente del 18,3% e del 13,5%. L’Arera ha spiegato nel dettaglio perché si andrà incontro a questo cambiamento. Innanzitutto si sta registrando un calo della domanda delle materie prime energetiche (a partire dal petrolio) e un abbassamento della richiesta all’ingrosso che dovrebbe perdurare anche nei prossimi mesi. Tutto ciò è una conseguenza delle limitazioni adottate dai vari Paesi per contenere il contagio da Covid-19, che hanno portato ad una diminuzione delle filiere produttive ancora attive, alla chiusura degli esercizi commerciali ed anche ad una stretta sugli spostamenti nazionali ed esterni.

Bolletta della luce: diminuzione del 18,3%,

Inoltre, non bisogna dimenticare il costante ribasso dei prezzi del gas naturale, una tendenza che è già in atto dal primo trimestre di quest’anno. Questa situazione ha delle conseguenze significative sull’energia elettrica. Di conseguenza, le bollette della luce saranno meno care perché è in corso un calo dei costi per la materia energia che comporterà un risparmio del -18,3% sulla fattura finale per ogni famiglia.

Effetto coronavirus sulle bollette luce e gas

L’Arera ha chiarito che le voci riguardanti gli oneri generali e le tariffe di rete (distribuzione, trasmissione e misura) non subiranno alcuna modifica e resteranno invariate in fattura. Passando al gas naturale, invece, anche in questo settore è emerso un grosso calo della spesa per la materia prima, infatti si parla di un -12,4% di media per ogni nucleo familiare tipo. Inoltre si deve aggiungere il dato riguardante le quotazioni sui mercati all’ingrosso del primo trimestre e anche la diminuzione della tariffazione sui trasporti e sulla distribuzione, pari a -1,1%. Di conseguenza, in questo caso le bollette del gas avranno una diminuzione del 13,5%.

Bolletta del gas: si pagherà il 13,5% in meno.

Stefano Besseghini, presidente di Arera, ha sottolineato che in questo periodo estremamente delicato sta emergendo tutta la complessità dei «legami del sistema energetico». Naturalmente l’abbassamento delle tariffe delle bollette luce e gas rappresenta una buona notizia per i consumatori, anche se comunque è il segno tangibile di un forte rallentamento dell’economia mondiale causato dalla diffusione del coronavirus.

Tutti i rimborsi che possiamo chiedere a causa del coronavirus

Il dirigente ha voluto lanciare un appello a tutte le istituzioni e i governi internazionali, affinché operino con intelligenza in questi mesi di emergenza per assicurare comunque ai cittadini dei servizi regolari e costanti «senza compromettere la tenuta del sistema». Infine ha voluto ringraziare gli utenti che, anche se stanno vivendo in condizioni di disagio e difficoltà, stanno garantendo comunque una certa regolarità nei pagamenti e, in una fase critica come quella attuale, ciò rappresenta un «atto di solidarietà».

Commenti