Contro il Body shaming: dalla persona comune alle star

0
520
body shaming

Nell’era del digitale e dei leoni da tastiera sono sempre più frequenti argomenti come l’omofobia, il politically correct, le varie patologie alimentari. Negli ultimi tempi, soprattutto in televisione si è parlato spesso del cosiddetto Body shaming. Cos’è e cosa significa esattamente? In questo articolo cercheremo di darvi tutte le informazioni necessarie per capirne la gravità.

Body Shaming cos’è?

Il body shaming è un termine inglese che sta a significare l’atto di deridere una persona per il suo aspetto fisico. Una qualsiasi parte del corpo può essere presa in giro, dalla magrezza all’obesità, all’essere curvy, alle forme eccessivi o quasi assenti. Questo tipo di comportamento verso qualcun altro può recare danni molto gravi alla persona presa di mira. Non tutti reagiscono allo stesso modo e spesso si arriva anche a fare azioni di cui poi doversi pentire. La presa in giro, un commento di troppo porta l’altro a provare dolore psicologico. E una volta entrati nel circolo vizioso è molto difficile uscirne.


Body shaming: un giudizio che distrugge


Il ruolo dei social network

Da qualche anno il body shaming è diventato sempre più argomento di discussione poiché sono visibili molte più prove rispetto al passato. Ciò deriva dall’uso incessante e sbagliato dei social network. Esistono tanti leoni da tastiera che si sentono in dovere di commentare e giudicare con parole forti chi è dall’altra parte. Non parliamo solo di persone comuni ma anche di star, vip che ogni giorno si trovano ad affrontare questo tema particolare. Negli ultimi tempi sono proprio quest’ultimi a dare luogo a campagne contro il body shaming, ma la battaglia è ancora lunga.


Valentina Ferragni contro il Body Shaming


Body shaming cos’è tra i vip

Nessuno viene risparmiato soprattutto tra i vip. In occasione dell’addio al nubilato di Chiara Ferragni, la donna aveva pubblicato un post su Instagram in costume con le sue amiche. C’è chi in quella occasione non si è risparmiato ed ha definito le ragazze rotonde. Un altro caso eclatante riguarda la conduttrice Vanessa Incontrada. Anche lei vittima di body shaming viste le sue forme più curvy rispetto allo standard a cui la società italiana è abituata. Contro vento è intervenuta la direttrice di Vanity Fair che qualche mese fa ha voluto pubblicare in copertina la bella conduttrice completamente nuda. Ma il body shaming non risparmia di certo gli uomini. Infatti qualche giorno fa, dopo che Riccardo Scamarcio è stato ospite da Fazio a Che tempo che fa, qualcuno ha notato dei cambiamenti. “Ingrassato”, “Invecchiato malissimo”, “Un po’ di dieta no?” sono stati alcuni commenti sul web. E’ meglio chiamarla evoluzione o regressione?