BMW M4: la “Bimmer” vuole battere la 911

La nuova sportiva bavarese ha prestazioni paragonabili alla celebre vettura di Weissach

0
581
bmw m4 911

Il sogno proibito per una BMW? Stare allo stesso livello di una Porsche. E pare che ci sia riuscita, dato che la BMW M4 ha abbastanza “birra” per tenere testa alla 911. È quanto è emerso dalla prova in pista di Autobild, la quale ha messo a confronto la “Bimmer” contro la regina delle auto sportive. Il confronto è tra una M4 nella versione Competition contro una 911 S, entrambe dotate di cambio automatico. Andiamo a scoprirle insieme, per poi vedere quale tra le due è la più veloce.

BMW M4: quali differenze con la 911?

La M4 è la versione più spinta della nuova serie 4, e la Competition è la versione più spinta della M4. Tralasciando il discorso sul suo brutto muso, che tra l’altro condivide con la M3, parliamo della sua meccanica. Il sei cilindri in linea di tre litri è aggiornato rispetto al modello precedente, con qualche Kg in meno ed un pizzico di pressione in più nei due turbo. La potenza è di 510 CV, scaricati sulle ruote posteriori tramite un cambio automatico ad otto rapporti. Tra gli accessori disponibili troviamo l’M Drive Professional, un software che permette di tarare il traction control su dieci posizioni diverse.


BMW M3 2022: brutta da vedere, bella da guidare


La Porsche 911 S adotta il classico 6 cilindri boxer, con due turbo, iniezione diretta e fasatura variabile. Ha meno CV della BMW, 420, ma pesa 300 Kg meno. Il cambio è il PDK a sette rapporti, con doppia frizione. Tra gli accessori, la 911 possiede alcune chicche dedicate agli appassionati della guida. Ad esempio, puoi aggiungere come opzione le quattro ruote sterzanti attive, che aiutano molto nelle curve. Il Chrono Sport Package aggiunge un cronometro per segnare i tempi sul giro, mentre si possono avere come optional anche i freni in ceramica e le barre antirollio più rigide. La Porsche ha tutto quello che serve per divertirsi in pista.

Qual è la più veloce?

Auto Bild ha provato le due vetture al Contidrom, la pista di prova della casa di pneumatici Continental. La M4 mostra un’agilità insospettabile, visto che non pesa poco, ed i 510 CV non sono troppo brutali. Merito, paradossalmente, del cambio automatico, che tende a strappare meno per via del convertitore di coppia. Il tempo è di 1’31″2, uno dei più veloci sul quel tracciato. La Porsche mostra subito un’agilità maggiore, grazie all’assetto più basso ed al minore peso. L’accelerazione è più fulminea, sfruttando abilmente le cambiate ultraveloci del PDK. Le quattro ruote sterzanti aiutano parecchio nelle curve. Ma il verdetto lo da il cronometro, ed è favorevole alla Porsche. La vettura di Weissach batte la Bimmer per 0,43 secondi! Andrà meglio la prossima volta, BMW.