BMW iX5 Hydrogen: è partita la produzione

A Monaco di Baviera è partita la produzione dei primi modelli-pilota della BMW iX5 Hydrogen.

0
346
BMW iX5 Hydrogen produzione
È iniziata la produzione della BMW iX5 Hydrogen (Foto Pixabay).

Si comincia a fare sul serio per quanto riguarda le automobili a idrogeno. BMW, infatti, ha dato il via libera alla prima fase di produzione (limitata) della iX5 Hydrogen. Sarà una sport utility a fuel cell derivante dal prototipo i Hydrogen NEXT che era stato mostrato al pubblico alla fine del 2022. Presso lo stabilimento di Monaco di Baviera si sta lavorando ai primi modelli-pilota della BMW iX5 Hydrogen, prodotti dal centro di ricerca e innovazione FIZ, che conta circa 900 dipendenti.

“L’idrogeno è una fonte di energia versatile”

Frank Weber, responsabile ricerca e sviluppo, nonché componente del CdA della BMW, ha spiegato alla stampa quali sono le aspettative dell’azienda tedesca in merito all’utilizzo dell’idrogeno come fonte di alimentazione per le vetture del futuro. Il dirigente ha dichiarato: “L’idrogeno è una fonte di energia versatile, che ha un ruolo chiave da svolgere nel progresso verso la neutralità climatica. Siamo certi che sia destinato ad acquisire un’importanza significativa per la mobilità individuale”.

Nuove batterie BMW: migliorano capacità e prestazioni

Cosa c’è da aspettarsi dal progetto BMW iX5 Hydrogen?

La struttura di base della BMW iX5 Hydrogen proviene dall’industria statunitense Spartanburg e sarà poi opportunamente modificata a Monaco di Baviera. La vettura dovrà innanzitutto avere due serbatoi di idrogeno: uno installato nel tunnel centrale, l’altro invece sotto i sedili posteriori. La fuel cell da 125 kW di potenza verrà piazzata sotto il cofano e realizzata nella struttura di Garching (a nord di Monaco).

Probabile potenza da 374 CV

La base di produzione della BMW iX5 Hydrogen sarà quella della X5 con motore endotermico, mentre il powertrain sarà quello sviluppato in collaborazione con Toyota. Ovviamente, a queste caratteristiche ne verranno aggiunte delle altre specifiche per un’auto a idrogeno. All’interno delle bombole, l’idrogeno verrà stoccato a una pressione di 700 bar. Il comparto elettrico del nuovo SUV, inoltre, sarà simile a quello della gamma iX e ricorrerà alla tecnologia eDrive della Casa di Monaco di Baviera di quinta generazione. Infine ci si attende una potenza di circa 374 cavalli dalla vettura che dovrebbe cominciare ad essere sottoposta ai primi test nella primavera 2023.