Black Sails: I temibili pirati del piccolo schermo

0
723
Black Sails

BLACK SAILS è stata una serie televisiva statunitense prodotta tra il 2014 ed il 2017 e composta da 4 stagioni per un totale di 38 episodi. Negli USA è stata trasmessa dal canale via cavo Starz, mentre in Italia è andata in onda prima sul network AXN (stagioni 1-3) e poi sulla rete Sky Atlantic (st. 4).

Pillole delle serie Black Sails

Creata da Jonathan E. Steinberg e Robert Levine, si è trattato di una serie in costume a tema piratesco, di genere quindi avventura e drammatico. Black Sails si pone a tutti gli effetti come l’antefatto del celebre romanzo di Robert Louis Stevenson L’isola del tesoro (infatti molti dei personaggi cardine di quest’ultimo sono i protagonisti della serie in questione). Tra i produttori esecutivi del serial figura anche Michael Bay. La colonna sonora dello show è stata composta da Bear McCreary, già noto anche per i propri lavori in altre famosissime serie televisive.

Di cosa parlano le serie Black Sails

La storia, ispirata in parte ad eventi realmente accaduti ma allo stesso tempo ampiamente romanzata, prende il via nel 1715, nel pieno dell’età d’oro della pirateria, e racconta, all’inizio, la storia della Walrus e del suo equipaggio durante la ricerca del galeone spagnolo Urca de Lima, che trasporta un ricco bottino in oro della flotta delle Indie Occidentali. Tra i protagonisti principali della serie ci sono: il Capitano James Flint, abile e determinato condottiero e stratega; il cuoco di bordo John Silver, che pian piano vedrà accrescere sempre più il suo ruolo fino a divenire un autentico leader; il nostromo Billy Bones, dall’atteggiamento mutevole nel corso della storia; il Capitano Charles Vane, violento ma con solidi principi; il quartiermastro Jack Rackham, scaltro ed opportunista; la spietata Anne Bonny, donna di quest’ultimo, che non ha nulla da invidiare ai “colleghi” uomini; Eleanor Guthrie, ambiziosa amministratrice di Nassau; e Max, donna di facili costumi che si farà strada fino a diventare determinante ai fini dell’esito della storia. Ambientata di base nell’isola di New Providence, ed in particolare nella città di Nassau, che i pirati hanno reso la loro capitale, i protagonisti, nell’intero arco della serie, dovranno lottare contro diversi nemici al fine di rendere liberi i pirati e vivere la vita che hanno sempre sognato: arricchita dai tesori conquistati e senza alcun governo coloniale a renderli schiavi.

Accoglienza

La serie è stata molto amata dal pubblico e sempre ben recensita della critica, stagliandosi come probabilmente la miglior serie televisiva di sempre a genere piratesco. La quarta stagione, programmata come ultima sebbene gli ascolti andassero alla grande, non prevedeva seguiti o spin-off in quanto sarebbe terminata con un finale ideale per i successivi avvenimenti narrati nel romanzo L’isola del tesoro. Lo show per cui si è rivelato un fedele antefatto della celebre opera di Robert Louis Stevenson, descrivendone in modo certosino i personaggi che i lettori avevano già conosciuto per le loro future avventure. Le ambientazioni e la recitazione, molto ben accurate nei minimi particolari, hanno fatto immergere lo spettatore al meglio in quest’epica epopea piratesca, facendogli vivere un’emozionante avventura.

Il cast

Il cast, sebbene sia stata una serie decisamente corale, ha alcuni importanti protagonisti principali: Toby Stephens (è il Capitano James Flint, vero leader della serie), Hannah New (la potente Eleanor Guthrie), Luke Arnold (il mitico Long John Silver), Jessica Parker Kennedy (la strategica Max), Tom Hopper (l’imprevedibile Billy Bones), Zach McGowan (il carismatico Charles Vane), Toby Schmitz (l’abile Jack Rackham), Clara Paget (la dura Anne Bonny), Hakeem Kae-Kazim (il buon Signor Scott), Louise Barnes (la fedele Miranda Barlow), Rupert Penry-Jones (il sognatore Thomas Hamilton), Luke Roberts (il duro Woodes Rogers), Ray Stevenson (Edward Teach, l’arcinoto pirata Barbanera), Patrick Lyster (l’enigmatico Capitano Benjamin Hornigold), Craig Jackson (il fido Augustus Featherstone) e Zethu Dlomo (la combattiva Madi).

Commenti