Bioedilizia: la riscoperta del legno

0
1280

Bioedilizia: il settore delle costruzioni oggi è protagonista di un importante passo avanti, che vedrà la crescita di opere architettoniche a minor impatto ambientale e realizzate con materiali ecologici. Il legno è uno di questi. Grazie alla forza e la capacità di resistere a incendi e terremoti sta diventando il materiale prediletto degli architetti.

I plyscrapers

Un simbolo di questa tendenza è il Wood Innovation and Design Center situato presso l’Università della Columbia Britannica in Canada. Con circa 25 metri di altezza, è considerato l’edificio in legno più alto del Nord America. Ma l’innovazione con il legno non si limita al Nord America. Infatti, il “plyscraper” più alto del mondo si trova in Norvegia: la Torre Mjösa si sviluppa in 18 piani ed è stata costruita attraverso l’utilizzo di legno lamellare norvegese (GLULAM), legno lamellare (CLT) e legno lamellare (LVL) di Metsä Wood. Il calcestruzzo è stato utilizzato solo nei sette piani superiori per stabilizzarne l’oscillazione.


Ecobonus autoveicoli: incentivi per nuovo acquisto



Perché il legno è green

Una ricerca effettuata da Chad Oliver, noto ecologista della Yale University, evidenzia come sia possibile ridurre le emissioni di CO2 dal 14 al 31% attraverso l’impiego di questo materiale in edilizia. Prendiamo il Wood Innovation and Design Cente come esempio pratico. La sua costruzione ha evitato di immettere in atmosfera 400 tonnellate di anidride carbonica, derivanti da cemento ed acciaio. E ne stocca altre 1100, accumulate durante la crescita degli alberi. Questo edificio, da solo, è sufficiente a compensare le emissioni di 160 famiglie per un anno. Volendo analizzare l’impatto ambientale totale, che va dalla produzione e trasporto di ogni materiale fino alla colla usata per tenere insieme il compensato, si è visto che un edificio in legno produce solo il 12% delle emissioni di un equivalente in cemento.

La bioedilizia è il futuro delle abitazioni

Il primo passo da compiere quando si decide di costruire una casa in bioedilizia, è valutare e ragionare sulle proprie esigenze. È bene ricordare che una casa in legno è pur sempre una struttura permanente. Quando una struttura supera i 20 metri quadrati di spazio coperto è obbligatorio richiedere al Comune il permesso per poter costruire.


Cagliari-Milan: formazioni e dove vederla


Commenti