La giovane cantante sta completamente cambiando le carte in tavola della musica pop. Sarà lei la nuova regina?

Il suo album di debutto When We All Fall Asleep, Where Do We Go? è uscito il 29 marzo ed ha subito riscontrato un enorme successo.

Numerose star, tra cui Avril Lavigne, Hayley Williams, Demi Lovato e Niall Horan, ne sono totalmente affascinati. Si tratta di un successo inaspettato per una ragazza così giovane.

Ne parla bene anche Dave Grohl, il cantante dei Foo Fighters ed ex batterista dei Nirvana. Paragona la carriera di Billie a quella della sua band nei primi anni ’90.

Billie è diventata la prima millenial ad arrivare in vetta alla classifica di vendita USA e la più giovane artista femminile alla posizione numero 1 in UK. Anche le visualizzazioni dei suoi video stanno raggiungendo numeri da record.

In Italia il nuovo album è uno dei più venduti. Inoltre, la cantante si esibirà il 31 Agosto al Milano Rocks condividendo il palco con i Twenty One Pilots.

Ma da dove viene tutto questo successo?

Billie Eilish si distacca particolarmente dalle sue colleghe. Le canzoni che scrive sono per lo più malinconiche, ma la produzione è contemporanea ed è un’unione di generi diversi. I testi parlano delle ansie giovanili e delle insicurezze quotidiane e sono spesso sussurrati e bisbigliati.

A dispetto di quanto possa far pensare il suo look hip hop, la sua musica non è trap. Anzi, ricorda molto quella di Lorde e Lana del Rey, con sonorità a volte più radiofoniche.

C’è, però, una componente horror in più che emerge nei testi, ma soprattutto nei video. Ecco perchè viene apprezzata anche dagli ascoltatori di altri generi lontani dal pop. In Ocean Eyes ha il viso sporco da una polverina viola. In When The Party’s Over beve un liquido nero che piange e le macchia il viso. Nel recentissimo Bury a Friend si fa addirittura conficcare delle siringhe nella schiena e si aggira come una presenza oscura con gli occhi completamente neri.

I suoi capelli sono sempre tinti di tonalità fredde: blu, verdi o biondi. Il suo abbigliamento è un po’ trasandato: maglie e pantaloni larghi. Lo sguardo è perso, gli occhi sempre socchiusi.

Il coinvolgimento con i fan è fondamentale. Il suo profilo Instagram conta più di 17 milioni di followers che la seguono quotidianamente.

La grande novità viene dal fatto che Billie non si è costruita il suo successo grazie a Disney, com’è accaduto con Selena Gomez e Ariana Grande. Ha fatto un percorso diverso e viene da una famiglia di attori. E’ fondamentale il contributo del fratello Finneas, che produce la maggior parte delle canzoni e si è esibisce spesso dal vivo con lei.

Billie è la nuova icona pop globale, anche se è difficile etichettarla in un unico genere. E’ sempre molto spontanea, a differenza di altre artiste risultano un po’ costruite.

I giusti del pubblico stanno cambiando: nessuno vuole più le iconiche sexy che ballano seminude nei video. La gente vuole verità, soprattutto se questo significa andare controcorrente e infrangere le regole comuni.

Una piccola curiosità che forse non tutti sanno. Billie soffre della Sindrome di Tourette e su Youtube sono stati creati alcuni collage che mostrano questi tic.

Inoltre, il suo sogno era quella di fare la ballerina di danza contemporanea, ma a causa di un infortunio ha dovuto smettere.

Condividi e seguici nei social
error

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here