Bilancio 2018: meno crimini a Napoli

0
200

Napoli – Nel 2018 è stata registrata una diminuzione dei reati

Alla fine dell’anno si tirano le somme ed il 2018 regala una nota positiva: la fama negativa di Napoli sembra frenarsi, poiché il numero di crimini, confrontato con quello degli anni precedenti, è inferiore.

A darne notizia è il colonnello Ubaldo Del Monaco, comandante provinciale dei carabinieri di Napoli, il quale non abbassa la guardia: nonostante l’arresto di 20 latitanti catturati, la camorra è ancora uno dei principali problemi del napoletano, la guerra è sempre aperta.

“La camorra resta forte” nella sua attività pratica e nella sua capacità di controllare l’economia e veicolare gli interessi privati



Tuttavia proprio il dato camorra spicca all’occhio: si registrano solo 6 uccisioni causate dalla criminalità organizzata, per un totale di 19 omicidi registrati in confronto ai 31 dell’anno precedente.

A subire un calo è anche il numero di furti e rapine che, pur continuando ad essere frequenti nella città di Napoli, sono in diminuizione rispetto al 2017.

Sicurezza per il 2019: si intensificano i controlli

Il dato è positivo ma non permette assolutamente un sospiro: continueranno i presidi delle aree perferiche, quali San Giovanni a Teduccio e Ponticelli, dove il fenomeno delle stese è stato fortemente presente nei mesi precedenti.

Gli ultimi giorni dell’anno saranno oggetto di attenzione perpetua per alimenti contraffatti e grandi quantità di fuochi pirotecnici illegali, con sequestri già avvenuti, tra cui quello a Bagnoli, per ridurre i drammatici eventi dovuti ad un uso improprio di questi. Importante è dunque, come conferma Del Monaco, la videosorveglianza in più ambienti.

Un punto importante è l’istruzione e la scuola: si lotterà ancora per l’integrazione scolastica attraverso opere di sensibilizzazione da parte dell’Arma. La criminalità minorile è un fenomeno presente che richiede un’acuta prevenzione.

Il colonnello ricorda ancora il compito primario del Corpo dei Carabinieri: la difesa del cittadino in tutte le circostanze, un ruolo che s’impegna a ricoprire anche grazie alla vicinanza di altre forze dell’ordine, prima fra tutte la Polizia dello Stato “che ha dato finora risultati molto positivi – ricorda Del Monaco – nel garantire presidi di legalità e, quando necessario, “risposte muscolari” alle sfide della criminalità”

Per ottenere un risultato simile o migliore rispetto a quello conseguito per il 2018 sul versante della camorra, si insiste sull’aggressione dei patrimoni, oltre che sul maggiore controllo su Napoli e provincia. E’ questa una problematica che tocca profondamente Del Monaco che, riconoscendo la potenza della camorra, si prepara a combatterla.

Annunci

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here