Biden riconoscerà il genocidio armeno: annuncio atteso sabato

Cinque mesi fa Trump blocco una soluzione bipartisan del Congresso USA

0
477
Biden riconoscerà il genocidio armeno

Joe Biden riconoscerà il genocidio armeno, sarà il primo presidente americano a farlo. Secondo quanto riferito dal New York Times, Biden dovrebbe fare l’annuncio sabato, nel 106° anniversario dell’inizio dello sterminio del popolo armeno nei territori dell’Impero ottomano. Cinque mesi fa, l’allora presidente Trump, aveva bloccato una risoluzione bipartisan del Congresso americano. Trump, a pochi giorni dalle elezioni presidenziali, non voleva infastidire il presidente turco. La decisione di Biden farà certamente infuriare il presidente turco Erdogan.

Biden riconoscerà il genocidio armeno?

Secondo quanto riferito dal New York Times, il presidente americano Joe Biden si prepara ad annunciare il riconoscimento del genocidio armeno, l’uccisione durante la prima guerra mondiale di circa 1,5 milioni di civili armeni da parte dell’Impero Ottomano. Biden dovrebbe fare l’annuncio sabato, nel 106° anniversario dell’inizio dello sterminio del popolo armeno. Sarebbe il primo presidente americano in carica a farlo, anche se l’ex presidente Ronald Reagan fece riferimento al genocidio armeno in una dichiarazione scritta del 1981 sull’Olocausto. Come candidato alla presidenza, Biden aveva annunciato il suo sostegno al riconoscimento del genocidio armeno scrivendo un post su Medium per commemorare il Giorno della Memoria del Genocidio Ameno.

A fine ottobre, la Camera americana, aveva approvato a larghissima maggioranza una mozione che riconosceva il genocidio armeno. Poche settimane dopo, la mozione passò al Senato, che votò all’unanimità il riconoscimento del genocidio. Tuttavia, nonostante il sostegno bipartisan, l’allora presidente Trump decise di bloccare la risoluzione. A pochi giorni dalle elezioni presidenziali, Trump forse non voleva attirare l’ira del presidente turco Recep Tayyip Erdogan. Inoltre Trump non voleva infastidire Ankara in un momento in cui bisognava tenersi buono Erdogan in Siria, in Libia e nella NATO.

La Turchia contro la decisione di Biden

Questa decisone di Biden probabilmente provocherà una dura reazione da parte della Turchia, dove è stato fondato l’Impero Ottomano, il cui governo riconosce che molti armeni sono stati uccisi durante la prima guerra mondiale, ma nega che gli omicidi siano stati un genocidio. Il ministro degli Esteri turco Mevlut Cavusoglu ha avvertito che qualsiasi mossa che riconoscesse l’uccisione di armeni come un “genocidio” danneggerebbe le relazioni USA-Turchia. Cavusoglu ha affermato: “Le dichiarazioni che non hanno alcun vincolo legale non avranno alcun beneficio, ma danneggeranno i legami. Se gli USA vogliono peggiorare i legami, la decisione è loro”.

Il Times riporta che il ministro degli Esteri armeno Ara Aivazian ha detto che il riconoscimento degli USA sarebbe “una specie di faro morale per molti paesi”. Aivazian ha detto: “Non si tratta di Armenia e Turchia. Si tratta del nostro obbligo di riconoscere e condannare il genocidio passato, presente e futuro”.


Usa: Camera riconosce il genocidio degli armeni