Biden: l’invasione russa dell’Ucraina potrebbe cambiare il mondo

0
229
La Russia intensifica l’offensiva nel Donbass

Il presidente americano Joe Biden ha affermato che l’invasione russa dell’Ucraina potrebbe cambiare il mondo. Secondo Biden, si tratterebbe della più grande invasione dalla seconda guerra mondiale. Proseguono intanto i vertici tra i membri NATO per discutere della crisi ucraina.

Cosa ha affermato Biden su l’invasione russa dell’Ucraina?

Crescono le paure di una possibile invasione dell’Ucraina da parte della Russia. Il presidente americano Joe Biden ha lanciato minacce di dure sanzioni anche dirette personalmente al presidente russo Vladimir Putin. Biden ha inoltre detto che un’invasione della Russia potrebbe cambiare il mondo. Per il presidente americano sarebbe la più grande invasione dalla seconda guerra mondiale. Dal canto suo, Mosca ha avvertito che imporre sanzioni al presidente Putin personalmente non lo danneggerebbe ma sarebbe “politicamente distruttivo”.  Il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, ha fatto notare che la Casa Bianca e il Congresso ignorano il fatto che ai massimi leader russi è legalmente vietato detenere beni, proprietà e conti bancari all’estero. Perskov ha poi sottolineato che eventuali sanzioni contro Putin equivarrebbero a una rottura delle relazioni diplomatiche.

Parigi e Berlino discutono della crisi ucraina

In mezzo al botta e risposta tra Washington e Mosca, proseguono i vertici tra i membri della NATO. Il presidente francese, Emmanuel Marcon, ha incontrato a Berlino il cancelliere tedesco, Olaf Scholz, per discutere della crisi ucraina. Parigi e Berlino hanno ribadito che, per evitare un’ulteriore escalation, sono pronti ad avviare un dialogo con Mosca. Tuttavia, entrambi i leader hanno affermato che qualora la Russia dovesse invadere l’Ucraina “pagherà un caro prezzo”. Scholz ha esortato il Cremlino a perseguire la via diplomatica. Ha poi difeso la decisione del governo tedesco di non inviare armi in Ucraina, decisione criticata dal ministro degli Esteri ucraino che ha affermato che il rifiuto tedesco incoraggerebbe il presidente Putin a proseguire con i piani di invasione. Macron ha invece chiesto all’Europa di dialogare spontaneamente con la Russia, piuttosto che fare affidamento sugli USA. Anche il presidente francese ha sottolineato che la strada diplomatica è la più adeguata, ma ha avvisato Putin che Bruxelles sta elaborando una risposta comune in caso di aggressione russa.


Leggi anche: Crisi ucraina: Croazia non invierà truppe