Biden introduce l’obbligo vaccinale per decine milioni di lavoratori

0
404
Biden introduce l’obbligo vaccinale

Il presidente americano Joe Biden dichiara guerra ai no vax e introduce l’obbligo vaccinale per decine di milioni di lavoratori. Nel discorso di presentazione del nuovo paino anti-Covid, Biden si è scagliato contro coloro che si rifiutano di vaccinarsi. I repubblicani hanno criticato il piano di Biden e il comitato nazionale repubblicano ha promesso di citare in giudizio l’amministrazione Biden per l’obbligo di vaccino.

Biden introduce l’obbligo vaccinale?

Il presidente americano Joe Biden dichiara guerra ai no vax. In un discorso alla Casa Bianca, Biden ha annunciato l’introduzione di nuove regole sulla vaccinazione contro il coronavirus. Tutti i lavoratori delle aziende private con più di 100 dipendenti dovranno essere vaccinati o dovranno sottoporsi a un tampone almeno una volta a settimana. La nuova regola riguarderà circa 100 milioni di lavoratori americani nel settore pubblico e privato. In dettaglio, la nuova regola riguarderà circa 80 milioni di lavoratori nel settore privato e a circa 17 milioni di operatori sanitari che lavorano in ospedali e strutture che ricevono benefici economici dal governo federale. L’estensione all’obbligo vaccinale riguarderà anche circa 2,5 milioni di dipendenti pubblici e i collaboratori di alcuni uffici federali.

Nel suo discorso, Biden ha espresso tutta la sua rabbia nei confronti dei non vaccinati: “Siamo stati pazienti, ma la nostra pazienza si sta esaurendo e il vostro rifiuto è costato a tutti noi”.

Qual è il piano di Biden?

Biden ha delineato una nuova strategia in sei punti per affrontare la nuova ondata di coronavirus. In primis il presidente ha chiesto di vaccinare i non vaccinati. Il piano afferma di richiedere a tutti i datori di lavoro con oltre 100 dipendenti di assicurare che i loro lavoratori siano vaccinati o testati settimanalmente. Si richiede inoltre ai datori di lavoro di fornire permessi pagati per andare a vaccinarsi. Tra gli altri punti, vi sono quelli di richiedere le vaccinazioni per tutti i lavoratori della branca esecutiva federale e per i milioni di imprenditori che fanno affare con il governo federale; richiedere le vaccinazioni covid-19 a oltre 17 milioni di lavoratori nell’ambiente sanitario; sollecitare i grandi luoghi di intrattenimento a richiedere prova di vaccinazione o di test negativo per l’ingresso.  

I vaccinati e le scuole

Il piano di Biden chiede anche ai vaccinati di proteggersi ulteriormente. Nello specifico si chiede di fornire un facile accesso a dosi di richiamo per tutti gli americani elegibili una volta che ciò sarà approvato. L’amministrazione ha specificato che tali dosi di richiamo saranno gratuite e ampiamente disponibili in 80 mila località. Come terzo punto l’amministrazione Biden si propone di mantenere le suole aperte e sicure. Nel particolare Biden mira a proteggere l’accesso degli studenti agli istituti scolastici in presenza, nonché a sollecitare tutti gli Stati ad adottare la richiesta di vaccinazione per tutti i dipendenti nel settore scolastico. Inoltre, il presidente chiede che sia gli studenti che il personale siano testati regolarmente. Washington si propone anche di supportare periodicamente le revisioni della FDA sui vaccini per gli under 12.

Test, mascherine e ripresa economica

Nel quarto punto si parla prevalentemente di test e mascherine. In questo caso si chiede di utilizzare il Defense Production Act per procurare circa 300 milioni di kit per i test fai da te, nonché di rendere questi ultimi più economici del 35%. Inoltre, la Casa Bianca intende inviare 25 milioni di questi test gratuitamente alle cliniche sanitarie pubbliche e alle banche alimentari. Sul fronte mascherine Biden vuole continuare a richiederle sui trasporti interstatali e sulle proprietà federali. Nel quinto punto Biden parla invece di ripresa economica. Nel particolare si prevede di fornire prestiti che vanno dai 500 mila ai 2 milioni di dollari per le piccole imprese per assumere e riassumere dipendenti, acquistare la merce e saldare i debiti di alto interesse. La Casa Bianca vuole facilitare per oltre 3,5 milioni di mutuatari la possibilità di saldare i debiti con ulteriori prestiti che arrivano fino a 150 mila dollari.

Assistenza ai malati Covid

Nel sesto e ultimo punto si parla invece di migliorare l’assistenza ai malati Covid-19. Biden si propone dunque di incrementare il supporto per gli ospedali con un’alta presenza di malati affetti dal virus. Si prevede inoltre un incremento su base settimanale dell’equipaggiamento per i trattamenti con gli anticorpi monoclonali del 50% a settembre. Infine, la Casa Bianca intende schierare Federal Monoclonal Antibody Strike Teams per assicurare che più pazienti che più pazienti possano accedere a queste terapie salvavita contro il Covid.

Biden introduce l’obbligo vaccinale: i repubblicani contro la decisione

Il piano annunciato da Biden ha attirato critiche da parte dei repubblicani.  Il governatore dell’Arkansas, Asa Hutchinson, che presiede la National Governors Association, ha affermato di non approvare il mandato di vaccinazione per le imprese con più di 100 dipendenti.

Il Comitato nazionale repubblicano (RNC) ha promesso di citare in giudizio l’amministrazione Biden per l’obbligo di vaccino e di test. Il presidente della RNC, Ronna McDaniel, ha affermato: “Joe Biden ha detto agli americani quando è stato eletto che non avrebbe imposto mandati sui vaccini. Ha mentito. Ora le piccole imprese, i lavoratori e le famiglie in tutto il paese ne pagheranno il prezzo. Come molti americani, sono a favore del vaccino e anti-mandato. Molte piccole imprese e lavoratori non hanno i soldi o le risorse legali per combattere le azioni incostituzionali e i decreti autoritari di Biden, ma quando il suo decreto entrerà in vigore, l’RNC farà causa all’amministrazione per proteggere gli americani e le loro libertà”.


Leggi anche: Covid USA: boom di contagi in una settimana