Biden celebra il 4 luglio: “L’America sta tornando”

0
212
Biden celebra il 4 luglio

Il presidente americano Joe Biden celebra il 4 luglio, il giorno dell’Indipendenza. Ieri ha festeggiato anche la quasi indipendenza dal coronavirus. Biden ha affermato che l’America è tornata e ha molto da celebrare. H però sottolineato che il virus non è ancora stato sconfitto. Il presidente USA ha rimarcato l’importanza dell’unità. Tuttavia l’America si presenta ancora molto divisa. Perfino la lotta al Covid è stata polarizzata.

Biden celebra il 4 luglio: cosa ha detto?

L’America ieri ha festeggiato il giorno dell’Indipendenza. Il presidente americano Joe Biden ha celebrato la quasi “indipendenza dal coronavirus degli Stati Uniti”. Biden ha dichiarato: “Oggi, in tutta questa nazione, possiamo dire con fiducia: l’America sta tornando insieme. Duecentoquarantacinque anni fa abbiamo dichiarato l’indipendenza da un lontano re. Oggi siamo più vicini che mai a dichiarare la nostra indipendenza da un virus mortale. Questo non vuol dire che la battaglia contro il Covid-19 sia finita. Abbiamo ancora molto lavoro da fare”. Ha poi aggiunto: “Il virus non paralizza più la nostra nazione, ed è in nostro potere assicurarci”.

Biden non mantiene la promessa sui vaccini  

Biden non è riuscito a mantenere la promessa di raggiungere il 70% di vaccinati entro il 4 luglio. Tuttavia il presidente ha sottolineato che il Paese sta entrando in un’estate di gioia e libertà grazie ai milioni di americani che si sono vaccinati e ai lavoratori in prima linea che lo hanno reso possibile. Ha quindi esortato tutti gli americani a farsi vaccinare. Ha detto: “Il coronavirus non è stato ancora sconfitto, per questo l’azione più patriottica, anche in occasione della festa dell’indipendenza americana, è quella di vaccinarsi”. Biden ha poi sottolineato che tutti gli indici sono migliorati rispetto alle previsioni di inizio anno. Nel 2021 il prodotto interno lordo crescerà del 7,4%; il tasso di disoccupazione scenderà al 5,5%; l’inflazione si manterrà intorno al 2%. “Tutto ciò significa che il nostro piano economico sta funzionando”, ha detto Biden.

Biden celebra il 4 luglio: il presidente parla dei problemi in USA

Oltre alla pandemia Biden ha parlato dei problemi che gli americani devono affrontare, dal cambiamento climatico alla lotta dei diritti dei transgender, fino ai diritti di voto, che secondo i democratici sono sotto attacco in più Stati. Biden ha affermato: “Ogni giorno ci viene ricordato che non c’è nulla di garantito nella nostra democrazia. Dobbiamo lottare per questo. Il diritto di votare e far conteggiare quel voto è sacro”.

Un’America ancora divisa

Nonostante Biden abbia improntato il suo discorso sull’unità, l’America appare ancora un Paese diviso, polarizzato anche nella lotta contro il coronavirus. La campagna di vaccinazione procede a doppia velocità. Le vaccinazioni procedono spedite nel Nord-Est del Paese. Meglio di tutti sta facendo il Vermont, con un tasso di immunizzati pari all’85,3%, poi Massachusetts, Connecticut e Maine, tutti sopra il 77%; il New Jersey è al 76,3%, Washington dc al 72,7% e New York al 72,4%. Sulla costa Ovest, la California è al 74,8% e Washington al 74,3%. In fondo alla classifica si trovano gli Stati del Sud, con Alabama al 50,2%, Louisiana al 49,3%, Mississippi, 46,3%. Gli Stati più popolosi sono anche loro sotto la soglia del 70%: Florida 64,7%; Texas, 61,4%. Questi dati parlano chiaro. I territori guidati da governatori repubblicani (trumpiani) sono in netto ritardo.


Leggi anche: Biden: “Con me Teheran non avrà mai armi nucleari”