Bic lancia il primo rasoio di bambù ricaricabile

0
283
08-Front-Packaging - 2

Il gigante dei prodotti di consumo usa e getta Bic ha lanciato un nuovo rasoio di bambù a zero emissioni. La domanda di alternative sostenibili continua a crescere. Il nuovo rasoio eco-friendly ha debuttato in Svezia, confezionato in carta senza plastica e viene fornito con ricariche. Bic dice che la mossa è un “esempio di come Bic Company innova per ridurre l’impronta ambientale dei suoi prodotti”.

Rasoio di bambù: il nuovo prodotto ecologico Bic

Bic ha fatto un salto spostandosi dai prodotti usa e getta per stare al passo con la tendenza del consumatore consapevole. Ha lanciato il suo primo rasoio di bambù in Svezia. Il nuovo rasoio prodotto in Europa, Bic Bamboo, è il primo rasoio ricaricabile a zero emissioni di carbonio dell’azienda, con un manico di bambù di origine responsabile e venduto in una confezione senza plastica. Il prodotto è disponibile online per i consumatori svedesi, ed è disponibile in un kit all-in-one che contiene un manico e diverse cartucce ricaricabili. Bic dice che l’imballaggio di carta è fatto al 95% di carta riciclata ed è completamente riciclabile, e venderà anche le sue cartucce ricaricabili separatamente per permettere al manico di bambù di essere riutilizzato più volte.

La dichiarazione dell’azienda

È stato progettato per ridurre il nostro impatto sull’ambiente e per offrirvi un’eccellente esperienza di rasatura“, ha detto il marchio sul suo sito web. Bic ha collaborato con la società belga di servizi ambientali Co2Logic per sostenere una serie di progetti di gestione sostenibile della terra in Kenya per compensare l’impronta di carbonio dei suoi nuovi rasoi di bambù. La mossa di Bic di lanciare un prodotto ecologico e a impatto zero arriva mentre i consumatori continuano a dimostrare la loro volontà di acquistare prodotti più responsabili, anche se hanno un prezzo elevato.


Regali ecologici ed economici: ecco qualche idea

I sondaggi e la richiesta

Un recente sondaggio di Stifel ha rilevato che più dell’80% dei consumatori crede che la sostenibilità sia fondamentale per i marchi, e il 71% ha risposto che si preoccupa di più di acquistare articoli sostenibili rispetto a un anno fa. In un successivo sondaggio globale, i ricercatori di Stifel hanno rivelato che gli acquirenti dei mercati europei sono i più propensi a tenere conto della sostenibilità nelle loro decisioni di acquisto, rispetto alle loro controparti americane e cinesi. Il trend del consumismo consapevole sembra essere spinto in gran parte dalla giovane generazione di consumatori Gen Z, con una serie di studi sui consumatori che dimostrano che sono stati i principali motori della domanda di settori sostenibili in rapida crescita, dalle proteine a base vegetale alla moda di seconda mano. La decisione di Bic di adottare un’innovazione sostenibile come il rasoio di bambù e di compensare le emissioni del suo prodotto arriva mentre il marketing neutro di carbonio diventa sempre più popolare tra i marchi per attirare gli acquirenti attenti all’ambiente.