Alla scoperta dei centri di erudizione col Bibliotour Piemonte. Per l’Anno europeo del patrimonio culturale la città di Torino propone alcuni itinerari nelle sedi delle più prestigiose biblioteche cittadine. Percorsi che valorizzano le raccolte librarie e gli edifici in cui si conservano le testimonianze del progresso della civiltà.
Gli appuntamenti si svolgono dal 18 al 20 ottobre con repliche a novembre e dicembre per permettere a un vasto pubblico di avvicinarsi ai tesori delle biblioteche del capoluogo regionale, spesso fruiti da una ristretta fascia d’utenza composta da studenti e ricercatori. Torino è il punto focale dell’iniziativa, ma anche altri centri piemontesi hanno aderito al progetto creando degli itinerari dedicati alla storia, ai personaggi e alle tradizioni di queste terre.

Un’iniziativa che trasmette il concetto delle biblioteche come luogo di incontro e centri di istruzione in cui imparare, conoscere e approfondire gli argomenti e socializzare. I percorsi realizzati nell’ambito Bibliotour Piemonte hanno una durata di circa un’ora e interessano le biblioteche civiche, quelle di storia, arti e scienze e le universitarie. Luoghi di cultura diversificati in cui trovare le nozioni che riguardano lo scibile a disposizione dell’uomo. In compagnia di una guida, i partecipanti possono conoscere la storia dell’edificio che ospita la raccolta di volumi, ammirare libri antichi o rari e le notizie curiose legati all’istituzione dei fondi bibliografici.

Rientrano nel progetto Bibliotour Piemonte anche le visite guidate “Omaggio a Giorgio Faletti nella sua Asti” del 7 ottobre e “Profano e sacro a Ciriè. Tra libri antichi, ritratti e arte religiosa” del 18 novembre. L’esposizione dedicata all’attore, comico e cantautore allestita nella biblioteca di Asti è un invito a scoprire anche l’area in cui sorge l’edificio, di cui si conoscono le vicende fin dall’epoca romana. A Ciriè il percorso è dedicato agli antichi proprietari di palazzo D’Oria e ai centri religiosi cittadini.  

Annunci

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here