Beta glucano, cos’è e quali benefici porta?

0
116

Il beta glucano è un composto vegetale bioattivo legato alla salute dell’intestino, del cuore e del sistema immunitario. Vediamo quali benefici porta al nostro corpo e come assumerne la giusta quantità.

Il beta glucano, cos’è?

Più nel dettaglio, il beta glucano è un tipo di fibra che si trova nelle pareti cellulari di alcuni lieviti, batteri, funghi e alghe insieme ad altre piante, come avena, orzo, grano, segale e funghi. La maggior parte di quelli a base di cereali sono fibre solubili, e fermentabili nel tratto digestivo.


Diete detox: un pericolo per la salute


Benefici per la salute

Come abbiamo detto, gli effetti benefici sono molti, dal cuore al sistema immunitario, dall’intestino ai livelli di zucchero nel sangue. Vediamoli uno a uno.

Per la salute del cuore

“Gli studi hanno identificato miglioramenti nei livelli di colesterolo totale e LDL con l’assunzione di beta glucano; questi lipidi sono tra i principali fattori di rischio per le malattie cardiache” spiega Kristin Gillespie, dietista e nutrizionista. “La FDA ha effettivamente designato un’indicazione sulla salute del cuore per gli alimenti ricchi di beta glucano sulla base di queste prove”. Questa designazione è specifica per una dose alimentare di beta glucani da avena intera o orzo, in una dieta a basso contenuto di grassi saturi e colesterolo.

Per supportare il sistema immunitario

La dottoressa Linda Quinn definisce i beta glucani “uno dei fitochimici di supporto immunitario più potenti”. Questi polisaccaridi bioattivi possono influenzare positivamente il sistema immunitario, e la scienza dimostra che hanno proprietà antiossidanti e sono potenti immunomodulatori. Aiutano quindi ad allenare e rafforzare le funzioni di difesa delle cellule immunitarie e a bilanciare l’infiammazione, oltre ad avere un impatto protettivo e di riduzione dei sintomi sulle infezioni del tratto respiratorio superiore, come raffreddore e influenza.

Per la salute dell’intestino

Abbiamo già detto che alcuni beta glucani sono solubili. Questo significa che assorbono l’acqua nel tratto intestinale, e aumentano il volume delle feci aiutando a contrastare stitichezza e diarrea. Agiscono inoltre anche come prebiotici, nutrendo i batteri buoni dell’intestino e bilanciando il microbioma intestinale. Infine, in combinazione con inositolo ed enzimi digestivi possono aiutare a migliorare il gonfiore e il dolore addominale.

Per il controllo glicemico

Possono anche avere effetti positivi su un parametro fondamentale del nostro metabolismo, il livello di zucchero nel sangue. Ricerche condotte su soggetti diabetici hanno dimostrato la capacità dei beta glucani di migliorare i livelli di glucosio nel sangue e il controllo glicemico.

Per la longevità

Al momento gli studi su beta glucani e invecchiamento sono stati condotti su animali, nel caso in esame sui pesci: promuoverebbero l’attività antiossidante, ridurrebbero lo stress ossidativo e aiuterebbero a combattere le infezioni. Serviranno ulteriori ricerche per poter affermare con certezza che gli stessi benefici possano applicarsi anche agli uomini.

Per la cura della pelle

Anche applicare i beta glucani sulla pelle può avere degli effetti positivi, per le proprietà antiossidanti, antirughe e idratanti. Non ci sono ancora molti studi in merito, ma è stato dimostrato che l’applicazione su ferite croniche può accelerare il processo di guarigione, controllando l’infiammazione e combattendo batteri e agenti patogeni che potrebbero causare infezioni.

Dove trovare i beta glucani

I beta glucani si trovano, di norma nell’avena, nell’orzo, nei cereali integrali, nel lievito di birra e nei funghi. “Oltre a consumare una ciotola di farina d’avena come generalmente la pensiamo, puoi aggiungere l’avena a frullati, frullati proteici o prodotti da forno per aumentare l’assunzione di beta glucano” spiega Kristin Gillespie. “La farina d’avena può essere utilizzata al posto di quella normale nella cottura. L’orzo è anche ricco di beta glucano: considera di utilizzare l’orzo perlato al posto di altri contorni ricchi di amido, come il riso”. Linda Quinn, invece, consiglia di combinare diverse fonti “Prepara il tuo frullato con più funghi e frutti ricchi di antiossidanti, come mirtilli o amarene, per mascherare il sapore intenso dei funghi. Le zuppe sono un altro modo semplice per consumarli”.

Potenziali effetti collaterali

Di base i beta glucani sono ben tollerati dall’organismo, sia nei bambini che negli adulti. L’unica potenziale interazione da menzionare è quella dei beta glucani con gli immunosoppressori. I beta glucani stimolano il sistema immunitario, di conseguenza chi assume simili farmaci dovrebbe chiedere il parere del proprio medico prima di aumentare l’assunzione di queste fibre.

Commenti