Treviri (Berlino) – Auto su pedoni 4 morti tra cui un bimbo

0
282

La Porsche ha investito i passanti nel distretto di Mitte, il quartiere più centrale della capitale tedesca, all’angolo tra Invalidenstrasse e Ackerstrasse. Allo stato attuale delle indagini la polizia esclude un attacco terroristico: “Riteniamo si tratti di un incidente stradale”.

Un Auto a folle velocità sulla Invalidenstrasse, al centro di Berlino, ha investito alcuni pedoni che si trovavano su un marciapiede.

Sono morte almeno quattro persone, tra cui un bambino, e diverse altre sono rimaste ferite, alcune in modo grave, tra le quali il conducente che era in macchina con una donna e un bambino di sei anni. L’incidente riferisce il Berliner Zeitung online si è verificato nel distretto di Mitte, il quartiere più centrale della capitale tedesca, all’angolo tra Invalidenstrasse e Ackerstrasse.

Allo stato attuale delle indagini conferma il sito la polizia esclude un attacco terroristico. “Riteniamo si tratti di un incidente stradale”, ha detto un portavoce della polizia.

Pkw rast mit hoher Geschwindigkeit in eine Personengruppe auf Gehweg, 4 Menschen, darunter ein Kleinkind, werden dabei getötet, 2 weitere Personen verletzt, Ort: Invaliedenstrasse/Ackerstrasse, Berlin-Mitte

Pubblicato da Polizeireporter Th. Schröder su Venerdì 6 settembre 2019

Secondo la prima ricostruzione il conducente ha perso il controllo finendo sul marciapiede. I soccorsi sono stati allertati con una telefonata alle 19,09 e sul posto sono intervenuti 40 uomini tra agenti e vigili del fuoco, la zona è stata chiusa al traffico in entrambe le direzioni. Sul posto ci sono 40 uomini, tra agenti di polizia e pompieri.

“Quando siamo arrivati ci siamo trovati di fronte una scena dell’orrore”, ha riferito alla Bild il portavoce dei vigili del fuoco, Sven Wilke. “L’auto era in un recinto. Sul marciapiede c’erano diverse persone gravemente ferite”, ha aggiunto. Una donna, scrivono i media tedeschi, ha perso nell’incidente il figlio e la nonna.

Appena si è diffusa la notizia, in molti hanno ripensato alla strage di Berlino del 19 dicembre 2016, quando il tunisino Anis Amri alla guida di un camion rubato causò 12 morti e 56 feriti piombando con un camion rubato su un mercatino di Natale.

L’area è stata isolata. “Abbiamo arrestato una persona e il veicolo è stato sequestrato. Secondo i primi accertamenti, due persone sono morte. Si prega di continuare ad evitare il centro città”, scrive su Twitter la polizia di Treviri. Secondo la Bild, che cita il quotidiano locale “Trierischer Volksfreund”, sarebbe una Range Rover scura l’auto che è piombata contro la folla. Testimoni raccontano di gente che “volava in aria”. 

Sulla tragedia c’è ancora il massimo riserbo da parte delle forze dell’ordine, che non hanno ancora chiarito se si sia trattato di un incidente oppure di un attentato né, in quest’ultimo caso, di che matrice. Diverse zone del centro di Treviri sono state isolate e decine di agenti di polizia stanno presidiano i luoghi più sensibili. Il primo ministro della Renania-Palatinato Malu Dreyer (59 anni, SPD) ha espresso il suo cordoglio ai familiari delle vittime. Il ministro dell’Interno Roger Lewentz (SPD) è partito da Magonza per dirigersi verso il luogo della tragedia nel primo pomeriggio.

Commenti