Benfica-Dortmund 1-0 gol di Mitroglou

0
329
Benfica players celebrate at the end of the Champions League round of 16, first leg, soccer match between Benfica and Borussia Dortmund at the Luz stadium in Lisbon, Tuesday, Feb. 14, 2017. (AP Photo/Armando Franca)

Ritorna la Champions con gli ottavi di finale, il Benfica di Rui Vitoria ospita in casa il Borussia Dortmund di Tuchel. I portoghesi primi in campionato, sono un avversario ostico, sopratutto se affrontato in casa, infatti nelle ultime due partite hanno vinto rispettivamente per 3-0. Il Dortmund invece sta passando un periodo non molto facile, complice anche la sconfitta nell’ultimo turno di campionato con il Darmstadt ultimo in Bundesliga.

https://www.youtube.com/watch?v=X_8eHKyZ008

Il tecnico portoghese schiera i suoi uomini con un 4-4-2, ancora orfani del loro attaccante principale Jonas; i tedeschi invece scendono in campo con un 5-3-2 con l’accoppiata Dembele-Reus ad assistere Aubameyang, Tuchel costretto a fare a meno di Gotze.

Nei primi minuti sono i padroni di casa ad essere più aggressivi, con Salvio che al 5° minuto su un breve scatto spara alto sopra la traversa. La reazione del Borussia non si fa attendere e al 10° clamoroso goal sbagliato di Aubameyang che a tu per tu con Ederson calcia alto. Pressing dei tedeschi sempre più asfissiante, al 23° ancora vicini al vantaggio con Dembele, tiro potente in porta e deviazione decisiva di un difensore portoghese. Il Benfica è per gran parte del tempo schiacciato nella propria metà campo, Ederson riesce a tenere inviolata la porta con delle uscite perfette sugli attaccanti avversari.

Strapotere fisico dei gialloneri che però si manifestano spreconi sotto porta, di conseguenza a inizio ripresa vengono beffati dai padroni di casa sul goal di Mitroglou che da calcio d’angolo al 3° minuto riesce a insaccare nella porta avversaria.

Ad inizio secondo tempo Rui Vitoria applica un cambio, fuori Carrillo dentro Augusto, per dare più sostanza a centrocampo.

Furiosa reazione dei gialloneri dopo lo svantaggio, che però si devono confrontare con la serata stregata di Aubameyang che al 53° si ritrova la palla in area, si gira ma sbaglia clamorosamente ancora una volta il goal del pareggio.

Al 57° la situazione che può rimettere in corsa il Dortmund, fallo di mano in area di Fejsa, l’arbitro Rizzoli concede il tiro dal dischetto, la responsabilità se la prende ancora una volta l’attacante gabonese che calcia centrale, para Ederson che resta immobile il quale si dimostra l’eroe della serata. 62° minuto Tuchel decide di far uscire un irriconoscibile Aubameyang al suo posto Schurrle.

Nell’ultima mezz’ora la squadra tedesca continua ancora a spingere cercando il pareggio, ma invano; la partita si avvia alla conclusione, a dieci dalla fine il tecnico tedesco tenta il tutto per tutto con un doppio cambio, fuori Reus per Guerreiro e Pulisic per Castro.

All’84° ancora Ederson decisivo su un bolide dalla lunga distanza del nuovo entrato Pulisic; ultima azione della partita all’89° ancora l’attaccante statunitense con un tiro che sorvola di poco la traversa.

Il Dortmund spreca fin troppo tra primo e secondo tempo e cade al Da Luz confermando il momento non positivo. Dall’altra parte il Benfica riesce a resistere sui molteplici attacchi tedeschi e strappa così il miglior risultato che potesse ottenere.

 

Commenti