Inizia così l’avventura di Tudor come nuovo allenatore dell’Udinese, con uno spettacolare pareggio che però serve fino a un certo punto. I bianconeri tornano a fare punti e a muovere la classifica dopo una clamorosa serie di 11 sconfitte consecutive, e si trovano adesso a +3 dalla zona retrocessione. D’altra parte un Benevento che onora la serie A fino all’ultimo nonostante la matematica retrocessione in Serie B già alla 34esima giornata, dando vita a una partita spettacolare che significa volontà di giocarsi tutte le partite che rimangono da qui alla fine del campionato.

Al primo vero affondo passa l’Udinese, con una punizione dalla trequarti di Balic e il colpo di testa imperioso di Widmer che porta in vantaggio la sua squadra. La reazione campana porta la firma di Viola, che con un altro bellissimo colpo di testa in tuffo devia in porta un cross dalla sinistra di Venuti. Non siamo neanche a maggio ma c’è già spazio per il primo time out della primavera calcistica: a Benevento i gradi sono 30 e c’è bisogno di una pausa.Quando si torna a giocare, l’ultima occasione degna di nota è quella del talentuoso Brignola, che con la sua classica giocata rientra al centro e tira a girare sul palo lontano, con la palla che però termina fuori.



LMT- Scommesse_Bonus_120_Mobile_468x60.gif
Nella ripresa c’è spazio per una follia del Benevento: Cataldi si fa ammonire per la seconda volta e va sotto la doccia anticipatamente lasciando le Streghe in 10, con De Zerbi costretto a passare al 4-4-1. Ma nonostante questo la sua squadra torna in vantaggio: Brignola semina il panico in area e innesca un tocco di braccio di Pezzella inizialmente non visto da Maresca ma ravvisato dal VAR. Rigore trasformato da Coda. L’Udinese sembra crollare, ma poi arriva l’incredibile uno-due di Lasagna: prima tocca quanto basta per ingannare Brignoli un cross di De Paul, firmando così il 2-2, poi sfrutta un non bellissimo rinvio di Venuti per firmare l’incredibile vantaggio. Ma questo Benevento è duro a morire nonostante la già matematica retrocessione: dopo che la squadra di Tudor si divora letteralmente il 2-4 in almeno tre occasioni, Sagna spinge in rete l’ennesimo cross su angolo di Viola firmando il suo primo gol in Italia.

Il Benevento, dopo aver incredibilmente vinto a San Siro contro il Milan, porta a casa un’altra prestazione da applausi e sta, quantomeno, uscendo di scena dalla serie A con orgoglio e dignità. Per l’Udinese e per Tudor c’è ancora tanto da sudare per assicurarsi una non scontata salvezza.

Condividi e seguici nei social
error

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here