Benefici del caffè: cosa ci dicono le ricerche?

Spesso si legge degli effetti negativi del caffè sul nostro corpo, in questo articolo invece scopriremo quello che affermano alcuni studi condotti negli USA

0
480
Benefici del caffè

Il caffè è di certo una delle bevande più amate al mondo. Secondo recenti studi, ogni anno si bevono circa 1.4 miliardi di tazzine al giorno in tutto il globo. L’Italia si piazza tredicesima nella classifica mondiale di consumaturi di caffè. Nel Bel Paese infatti si consumano 5,9 kg di caffè al giorno per persona. Primo in classifica invece è un’altra nazione europea: la Norvegia. I norvegesi arrivano difatti a usufruire di 12 kg di questa bevanda al giorno per persona. Tuttavia, spesso sul caffè girano le più svariate notizie. Molti sono infatti convinti che possa fare male alla salute. È davvero così? Oppure il caffè ha i suoi benefici?

Quali sono i benefici del caffè?

Secondo alcuni studi condotti dalla Johns Hopkins Medicine, il caffè avrebbe diversi benefici sulla salute. Infatti, sul loro sito si trova scritto che “Il caffè è pieno di sostanze che permettono di prevenire alcune malattie“. La ricercatrice Diane Vizthum afferma che questa bevanda contiene, oltre alla caffeina, anche antiossidanti e sostanze attive. Quest’ultimi poi potrebbero lenire le infiammazioni interne e proteggere da alcune patologie. Ora però vediamo nei dettagli alcuni di questi benefici.

Il caffè protegge il fegato

Il fegato è la più grande ghiandola del corpo umano. Alcune delle funzioni di cui si occupa sono: produzione di bile e dell’urea, regolazione di glicemia, distruzione dei globuli rossi invecchiati, elaborazione della bilirubina (un pigmento della bile), demolizione delle sostanze nocive, ecc. Secondo gli studi della Johns Hopkins Medicine “Sia il caffè normale sia il decaffeinato sembrano proteggere il fegato“. A detta degli studiosi, infatti, chi beve caffè tenderebbe ad avere gli enzimi epatici dentro i giusti parametri.

La caffeina migliora la memoria

I ricercatori della John Hopkins Medicine scrivono: “Abbiamo sempre saputo che la caffeina migliora le funzioni cognitive“. Da una ricerca a cui hanno partecipato alcune persone, è emerso che questo alcaloide produce effetti sulla memoria a lungo termine. Ad alcuni partecipanti è stata data una pastiglia di duecento milligrammi di caffeina. Quest’ultimi hanno dimostrato, il giorno dopo, di presentare meno difficoltà nel riconoscere certe immagini da altre simili. Il ricercatore Michael Yassa afferma: “Se avessimo scelto un obiettivo meno specifico, probabilmente non ci saremmo potuti accorgere dei benefici della caffeina“.

Il caffè potrebbe allungare la durata della vita

Ultimo ma non ultimo, questo beneficio ne racchiude più di uno. Secondo alcuni studiosi della Harvard Health: “Un consumo moderato di caffè potrebbe essere correlato alla possibilità di vivere più a lungo“. Sembrerebbe, com’è già stato accennato, che questa bevanda possa ridurre l’eventualità di sviluppare alcune malattie. Gli stessi ricercatori della Johns Hopkins Medicine sembrano condividere la stessa opinione. In effetti, sul loro sito si legge che il caffè potrebbe prevenire alcune malattie tipicamente femminili, ma anche l’Alzheimer e le patologie cardiache. Tra l’altro, vengono anche citati il morbo di Parkinson, il cancro al fegato e al colon.

Benefici del caffè: realtà o falso mito?

Rispondere a questa domanda non è facile. Quello che va tenuto sempre presente è che non tutto ciò che si legge su Internet è vero e corretto. Così com’è facile trovare pareri contrastanti su vari argomenti. Per esempio, in una delle ricerche citate si legge che bere tre o quattro tazzine di caffè al giorno è “Un consumo moderato“. È anche vero che si tratta di studi condotti negli USA, in cui si consuma un’altra tipologia di caffè. Con ogni probabilità, è facile che un’altra ricerca affermi l’esatto opposto. Dove sta la verità, dunque? Ad ogni modo è consigliabile non prendere tutto come oro colato e rivolgersi a chi è più esperto in campo medico.


I benefici della caffeina sulla nostra pelle