Belgio – Eutanasia: tre medici accusati in un processo senza precedenti

0
272
eutanasia in belgio

In un caso senza precedenti, tre medici belgi stanno per essere processati a Gand con l’accusa di aver avvelenato illegalmente un paziente la cui vita ha aiutato a finire.

Tine Nys, 38 anni, è morta circondata dalla sua famiglia il 27 aprile 2010. Le sue sorelle sostengono che la sua morte non avrebbe mai dovuto essere consentita dalla legge belga sull’eutanasia e che la sua morte era stata raggiunta in modo amatoriale.

Nel 2002 l’eutanasia e il suicidio assistito sono stati resi legali in condizioni rigorose in Belgio.

La famiglia di Nys sostiene che la sua ragione per cercare di porre fine alla sua vita era a causa di una relazione fallita, molto lontana dal “disturbo grave e incurabile” come richiesto dalla legge belga.

I tre medici delle Fiandre orientali che stanno per essere processati non sono stati nominati, ma includono il medico che ha effettuato l’iniezione letale e l’ex medico di Nys e uno psichiatra. Se ritenuti colpevoli, potrebbero dover affrontare lunghe pene detentive.

Un caso analogo si è verificato nei tribunali olandesi l’anno scorso, quando un medico è stato autorizzato a non aver verificato il consenso di una donna di 74 anni con demenza che è deceduta nel 2016.

Commenti