https://www.youtube.com/watch?v=E6vxcAbKeCA

La Samp ospita in casa il Bologna di Donadoni che cerca punti per risollevarsi da una situazione non facile, in quanto nelle ultime due partite ha subito otto goal e segnato solo uno.

Giampaolo schiera in campo la formazione che ha battuto il Milan a San Siro, mentre Donadoni apporta tre cambi alla sua squadra che ha perso nel recupero della 18° giornata di campionato proprio contro il Milan, Torosidis per Krafth, Oikonomu per Gasteldello (infortunato nel riscaldameto pre partita) e Donsah per Nagy.

Prima occasione della partita è sui piedi di Muriel, il colombiano riceve palla da Bruno Fernandes, ma sbaglia clamorosamente solo davanti al portiere Da Costa, colpendo male la palla.

Al 10° il Bologna prende coraggio e colpisce il palo con Donsah, ma la squadra di Donadoni manifesta di trovarsi in un brutto periodo, infatti al 12° primo cambio, fuori Maietta dentro Mbaye (forse per lui uno strappo muscolare).

17° minuto il Bologna si porta avanti, ottima sponda di testa di Destro per Dzemaili che dalladistanza calcia in maniera perfetta la sfera, Viviano non può nulla, 0-1 per gli uomini di Donadoni.

La Samp aumenta il pressing per trovare il goal del pareggio ma il Bologna si copre bene in difesa, ma sfortunatamente per la squadra emiliana Destro cade male e si procura una distorsione alla caviglia, quindi secondo cambio forzato per Donadoni che mette al suo posto Sadiq.

Alla fine del primo tempo il Bologna è molto attento in fase difensiva e la Samp spreca molto davanti alla porta.

Ad inizio secondo tempo Giampaolo apporta due cambi, fuori Regini dentro Dodò per dare più spinta sulla fascia e Djuricic per Linetty.

Cambi che scuotono la partita infatti al 12° occasione per Bruno Fernandes che calcia da distanza ravvicinata ma Da Costa riesce ad allontanare.

Altro cambio nelle file della squadra genoana, Schick al posto di Bruno Fernandes; cambio che porterà a una svolta la partita.

Il Bologna si riaffaccia in attacco con un ottima punizione di Verdi che si stampa in pieno sulla traversa.

Al 81° la situazione che cambia lo sviluppo della partita, fallo di mano di Pulgar in area di rigore e l’arbitro Fabbri concede calcio di rigore, Muriel sul dischetto che non sbaglia e spiazza Da Costa agguantando il pareggio.

L’emozioni non finiscono qui, tempo un giro di orologio e la Samp riesce a portarsi in vantaggio e partita completamente ribaltata, Schick sfrutta la palla persa a centrocampo dal Bologna e punisce Da Costa con un tiro rasoterra all’angolino. Schick si dimostra ancora una volta indispensabile per Giampaolo quando entra dalla panchina.

Duro colpo per il Bologna, Donadoni cerca di rimediare con l’inserimento di Di Francesco per Verdi che si rende subito pericoloso con un tiro a giro che finisce alto sopra la traversa.

Colpo del k.o della Samp arriva all’88° con l’autogol di Mbaye su contropiede degli uomini di Giampaolo decretando così la fine della partita.

La Sampdoria riesce a ribaltare la partita negli ultimi dieci minuti guadagnando così la terza vittoria di fila, mentre si allunga ancora il momento no per il Bologna che subisce la terza sconfitta consecutiva e rimane al 13° posto in classifica.

 

Condividi e seguici nei social
error

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here