Befana: ecco la storia della figura che celebriamo il 6 gennaio

Tutti celebriamo il 6 gennaio come il giorno della Befana eppure in pochi ne conoscono la sua storia. Ecco l'effettiva leggenda cristiana legata alla figura.

0
405

L’epifania è la festa che chiude il meraviglioso periodo delle “feste”, un susseguirsi di pranzi e celebrazioni in cui i bambini e gli insegnanti non vanno più a scuola, molti adulti hanno un po’ di ferie e gli studenti universitari hanno un attimo di respiro prima della sessione d’esami invernale. La figura celebrata in questa giornata è la befana, vecchietta che porta dei doni (principalmente dolciumi) ai bambini che si sono comportanti bene e del carbone a quelli che si sono comportati male. Abbiamo già analizzato le origini pre-cristiane della figura in questo articolo, ma c’è da dire che anche la leggenda prettamente cristiana su questa figura non è nota proprio a tutti. Ve la proponiamo di seguito.

La storia della Befana nella tradizione cristiana

La leggenda della Befana si interseca con quella ben più nota dei Re Magi, i tre personaggi in viaggio verso Betlemme per rendere omaggio a Gesù con dei doni. Si narra, infatti, che ad un certo punto i tre si siano fermati presso un’abitazione per chiedere delle indicazioni: in questa casa dimorava una signora anziana, che aprì loro la porta. La donna non seppe aiutarli dando loro indicazioni, e nel contempo si rifiutò di accompagnarli perché aveva del lavoro da sbrigare: successivamente, però, la donna si pentì del gesto e si mise alla ricerca dei tre magi, senza riuscire a trovarli.

Presa dal rimorso, la donna si fermò dal primo bambino che le si parò davanti e gli fece un regalo, nella speranza che quel bambino fosse proprio Gesù. Si narra quindi che da allora la donna vada ogni anno alla ricerca del Bambin Gesù, e non trovandolo lasci ad ogni bambino del mondo un “pensierino” che varia in base a quello che è stato il comportamento del piccolo durante l’anno: se è stato buono gli consegnerà dei regali materiali, magari dolciumi, ma se è stato cattivo gli darà dello sgradevole carbone.

Ma l’aspetto sgradevole e la scopa da dove vengono?

I dettagli dell’aspetto molto sgradevole del viaggio a bordo di una scopa, però, sembrerebbe derivare più da una fusione di questa figura con quella di una strega, come scoprirete leggendo l’articolo linkato nel primo paragrafo. Tantissimi auguri di una piacevole epifania a tutti, affinché sia un buon momento per dare dei piccoli doni ai vostri bambini e non solo prima del ritorno alla routine scolastica, lavorativa o universitaria.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here