Bed Time – un film claustrofobico e cattivo | recensione

"Bed Time" è un film di Jaume Balaguarò, un thriller drammatico sulle gesta di un sadico psicopatico. Trama e recensione di un'opera cruda e claustrofobica.

0
3187

“Bed Time” è un film drammatico/thriller diretto da Jaume Balaguarò e sceneggiato da Alberto Marini. Il cast include: Luis Tosar, Marta Etura, Alberto San Juan, Pep Tosar, Carlos Lasarte ed altri. Si tratta di un film basato in toto sulla psicologia di un sociopatico sadico, una persona completamente pazza che prova piacere nel far soffrire gli altri. In seguito alla pubblicazione del film, lo sceneggiatore ha pubblicato anche la sceneggiatura sotto forma di libro, spiegando meglio il significato del film ed aggiungendovi sottotrame.

TRAMA: Cesar è il portiere di un condominio di Barcellona e, segretamente, sfrutta la sua posizione per entrare negli appartamenti dei condomini e fare piccole cattiverie che, a poco a poco, siano in grado di rovinare la felicità di questi individui e di accrescere di conseguenza la sua soddisfazione. Cesar è sempre molto attento a non correre rischi, ma tutto cambia quando nel condominio si trasferisce Clara, una ragazza così positiva da rendere tutti i suoi sforzi vani: Cesar diventa ossessionato da lei ed inizia ad alzare sempre di più la posta in gioco, fino a commettere qualcosa di irreparabile.

Bed Time – Valutazione e Recensione del film

Con una regia claustrofobica che abbiamo già avuto modo di conoscere in “REC”, “Bed Time” conferma il grandissimo talento del suo regista che riesce a donare all’opera un ritmo perfetto affinché trasmetta tutta la negatività, il dolore e le perversioni che derivano dall’oscura attività di Cesar. Anche la sceneggiatura è impeccabile in questo, e lo stesso possiamo dire per l’interpretazione dello straordinario protagonista, un antieroe dalla psicologia molto interessante ed in grado di raccontare effettivamente qualcosa su tanti fantasmi in carne ed ossa che popolano le nostre strade.

QUARANTENA: UN REMAKE DEL CAPOLAVORO DI QUESTO STESSO REGISTA, REC

Di contro abbiamo la straordinaria Clara, sempre positiva e felice nonostante tutto ciò che le capita: da questo nasce una lotta senza esclusione di colpi di cui lei non si rende minimamente conto, in un crescendo di perversione ed azioni intimamente terribili che mostrano chiaramente allo spettatore come una profonda insoddisfazione personale sia sempre alla base della psicologia di chi gode nel far soffrire il prossimo, a qualsiasi livello. Il film risulta assolutamente coerente dall’inizio alla fine, non ha paura di osare per mostrare davvero tutto quello a cui un personaggio come Cesar può arrivare e come possono reagire delle persone completamente diverse fra di loro alle sue angherie: in questo è particolarmente interessante il personaggio di una bambina. Qualora decidiate di guardare il film, mi raccomando: conservate del distacco, perché questa storia può far star male, soprattutto nel finale; “Bed Time” resta in ogni caso un grandissimo film.

Di seguito il trailer di “Bed Time”. Il film è disponibile in streaming su Rauken TV, Chili, iTunes, Google Play e YouTube.

Commenti