Bécherel: città del libro tra borghi incantati e librerie

0
173
Bécherel librerie
Bécherel: il paesino francese ricco di librerie

Sono sempre caratterizzati da particolarità i piccoli borghi conosciuti da pochi ma che custodiscono al loro interno grandi meraviglie. Un esempio lampante è Bécherel “la città del libro”. Un piccolo borgo pittoresco francese conosciuto per la sua vasta densità di librerie. La ridente cittadina infatti dispone di una quindicina di librerie, alcune delle quali dotate anche di caffetterie.

Qual è la storia di Bécherel e delle sue librerie?

Le origini di questo borgo delle meraviglie risalgono al 1124 il nobile francese Alain de Dinan costruì la prima fortezza che sovrastava la valle in cui sorse l’attuale villaggio. Fino al 1800, l’economia del paese si basava principalmente sull’agricoltura, che fu travolta da una profonda crisi negli anni a seguire. Fu il turismo nel 1900 a salvare Bécherel proprio grazie alle 15 librerie presenti. Queste famose librerie tengono in vita l’atmosfera da favola di questo borgo portando tutt’oggi visitatoti dalla Francia e anche da altre parti del mondo. Bécherel è diventata ufficialmente Città del Libro nel 1989, anno in cui si è svolta la prima Festa del Libro. 

Gli eventi del libro nel paese

Ogni prima domenica del mese Bécherel ospita un mercato del libro dove i volumi esposti vanno da rare prime edizioni alla narrativa contemporanea. Nel corso della giornata, librerie e biblioteche allestiscono un negozio in Place des Halles dove i commercianti svolgono la loro attività per tutto l’anno. Inoltre, da quasi 30 anni la festa del libro ha luogo durante il fine settimana di Pasqua. L’evento prevede un ricco programma di mostre, mercati, conferenze di autori, workshop, spettacoli, concerti, letture, proiezioni e altre manifestazioni. Durante tutto l’anno gli artisti del villaggi organizzano corsi e laboratori dove i partecipanti possono imparare o perfezionare la calligrafia, la rilegatura dei libri e acquisire le competenze legate al mondo dei libri. Si tratta sicuramente di una località da non perdere per chi ama i libri e il mondo che racchiudono al loro interno

Splendore e viltà: il nuovo libro su Churchill

Commenti