Beatles: riapre al pubblico l’Ashram Indiano

0
712

I Beatles furono un noto gruppo musicale Britannico, nato a Liverpool. A partire dagli anni 60 contribuirono a scrivere la storia della musica. Il gruppo soggiornò in India nel noto Ashram del Guru Yogi Maharishi. Lì scrissero oltre 40 pezzi e frequentarono un corso di Meditazione Trascendentale. Oggi, dopo anni di abbandono e degrado, il rifugio spirituale viene riaperto e trasformato in attrazione turistica.

Beatles: rifugio spirituale trasformato in attrazione turistica?

Sulle colline Himalayane, in India, nei pressi del Gange sorge lo storico Ashram in cui negli anni soggiornarono anche i Beatles. Era il 1968 quando i 4 componenti del gruppo vi si recarono con le loro rispettive famiglie e qualche membro del loro entourage. Frequentarono un corso di Meditazione Trascendentale. Decisione presa sei mesi prima, dopo l’incontro con Maharishi, Maestro Yogi del rifugio. In quel luogo scrissero diverse canzoni, diciotto delle quali presenti nell’album “The Beatles” conosciuto nel mondo come “White Album“. Negli anni settanta, il Maestro e tutti i suoi seguaci abbandonarono il rifugio spirituale. Rimasto per tutti questi anni in rovina, oggi si è deciso di riaprirlo al pubblico. Trasformandolo così, più di 50 anni dopo in attrazione turistica.


Blob Agency presenta“The Beatles vs The Rolling Stones”: il tributo di Rudy Rotta alle…


Il rifugio spirituale nella capitale della meditazione

In quegli anni, i Beatles contribuirono ad avvicinare il pensiero occidentale alla cultura orientale. Provocando un grande interesse, verso le dottrine orientali, sui media e avvicinando i giovani allo yoga e alla meditazione. Oggi per visitare l’Ashram, rimasto abbandonato per oltre 50 anni, si pagano 9 dollari. Ma negli anni nonostante il degrado, i fan dei Beatles, ne hanno fatto un luogo di pellegrinaggio. A ricordare il loro passaggio una sala, un tempo utilizzata per lo yoga, oggi decorata da graffiti di pop art dipinti dai fan.