Beatles: un autunno all’insegna dei Fab Four

0
142
Beatles:

Sentiremo parlare parecchio dei Beatles quest’autunno. Un nuovo libro, un ultimo album rielaborato e un documentario sono pronti a rivelarci i segreti dei Fab Four.

Beatles: che novità all’orizzonte?

Cominciamo con ordine: pare che sia in arrivo una nuova versione del famoso “Let It Be”, dodicesimo album dei Beatles. Un album che rievoca nella mente dei fan ricordi non proprio felice. Esce l’8 maggio del 1970, quando il gruppo aveva già annunciato lo scioglimento. Fu mixato da Phil Spector, che se ne prese cura ma escluse Paul McCartney dal missaggio. Spector aggiunse parti orchestrali e cori, modificando la natura originale dell’album. Una cosa, questa, che McCartney non ha mai mandato giù. E forse neanche gli altri Fab Three, perché l’album restò a prendere polvere per un anno prima della pubblicazione. La band non era soddisfatta del risultato. Giles Martin, figlio del produttore George Martin, ha quindi deciso di lavorare all’album per renderlo più affine ai gusti della band.

“The Beatles: Get Back”

Tra le novità è d’obbligo citare “The Beatles: Get Back”, in arrivo il mese prossimo. Si tratta di un documentario messo su da Peter Jackson, regista de “Il Signore degli Anelli”. In “Get Back” Jackson attraversa le molte ore di outtakes del film originale, così da mostrare un lato diverso e inaspettato delle sessioni di “Let It Be”. Vero che quelle sessioni di registrazione furono caratterizzate da alti e bassi, ma il film originale si concentra più sui bassi. È lo stesso Ringo Starr a dirlo nel corso di un’intervista rilasciata a Ultimate Classic Rock. “Abbiamo avuto alti e bassi, ma anche intorno a tutto ciò ci siamo divertiti, cosa che [il documentario originale] non ha mai mostrato”.

“Get Back”

Il libro uscito il 12 ottobre ha lo stesso titolo del documentario di Jackson. All’interno ripercorriamo la storia dei Fab Four, con un focus sull’ultimo album. E quel che leggiamo è la conferma di quanto Jackson ci mostra nel suo documentario. I quattro ragazzi di Liverpool si sono divertiti a registrare “Let It Be”, e la creatività è venuta fuori nonostante i dissidi interni. Quando c’era da suonare, i Fab Four univano i loro talenti e tutto il resto spariva.