Batterie auto elettriche: il sistema che rileva eventuali danni

Continental ha realizzato una nuova tecnologia in grado di avvisare il conducente di un'auto elettrica se ci sono danni alla batteria.

0
214
Batterie auto elettriche rischio danni
Il sistema che avvisa in caso di danni alle batterie delle auto elettriche.

L’introduzione delle nuove vetture elettriche ha fatto emergere tra gli automobilisti la necessità che la batteria sia sempre integra. In molti, infatti, lamentano la mancanza di spie in grado di avvisare se dovessero esserci dei danni. Continental, produttore di pneumatici che però si occupa anche di tecnologia, ha già provveduto a sviluppare un sistema in grado di rilevare eventuali problemi alle batterie auto elettriche.

Perché è stato introdotto il sistema BID per le batterie auto elettriche?

Le batterie auto elettriche sono ben protette. Tuttavia, Continental ha notato che, siccome spesso si trovano lungo il fondo delle vetture, potrebbero essere sottoposte a dei potenziali rischi. E per questo motivo ha introdotto un inedito sistema di rilevamento danni chiamato BID. I problemi all’integrià delle batterie possono derivare dall’impatto con detriti di metallo o di roccia che si trovano in strada e che possono andare ad impattare con il fondo delle automobili. Qualora si dovesse verificare un impatto con un corpo estraneo, in quale occasione il conducente dovrebbe recarsi in officina per controllare che non ci siano stati danni al comparto-batteria? BID interviene proprio in questo caso, ovvero avvisa di qualsiasi urto sul fondo grazie ai suoi sensori di pressione.

Auto elettriche: il fuoco è un problema senza un perché

Come funziona il sistema BID di Continental?

Il sistema BID creato da Continental è in grado di classificare il tipo di impatto che ha avuto la parte inferiore del veicolo. La tecnologia se rileva che c’è stato un danno alle batterie auto elettriche, avvisa immediatamente il proprietario. Riesce anche ad identificare con precisione la zona in cui la batteria è stata danneggiata. Il sistema funziona anche quando si procede a bassa velocità. Ad esempio, se avviene un urto con il marciapiede durante una manovra di parcheggio, BID può attivare un intervento di sospensione ad altezza di marcia che è in grado di sollevare l’auto per evitare l’ostacolo in quel momento.