Battaglia di Arbedo: la vittoria del Ducato di Milano

0
352

Il 30 giugno 1422 la Battaglia di Arbedo, tra le milizie del Duca di Milano e gli Stati confederati svizzeri. Dai territori del Cantone Ticino, lo scontro bellico del Ducato di Milano di Filippo Maria Visconti, contro l’alleanza svizzera di Lucerna, Uri, Zugo e Untervaldo. Come risultato, la vittoria del Ducato di Milano.

Battaglia di Arbedo: quali sono i fatti del 1422?

Di fatto, l’inizio della Battaglia di Arbedo nei pressi di Bellinzona, con il comando di Francesco Bussone per le truppe ducali milanesi, contro le milizie degli Stati alleati svizzeri. In realtà, l’obiettivo di Filippo Maria Visconti, di riottenere il predominio della città di Milano, dopo diversi tentativi vani, di tale richiesta agli Svizzeri.

Nel 1422, la decisione del Duca di attaccare i Cantoni svizzeri, con l’incarico e guida militare a Francesco Bussone, detto il Carmagnola. A fronte di ciò, il comandante raggiunge il territorio svizzero, con un esercito di sedicimila soldati e conquista Bellinzona. Come conseguenza, l’abbandono del campo di guerra degli avversari, che fuggono dalle aree svizzere.

Segue il predominio del condottiero ducale sulla città e la sua nomina di governatore della medesima. In seguito, le milizie svizzere chiedono l’aiuto bellico degli Stati confederati del Canton Ticino e raggruppano quasi tremila militari delle aree di Lucerna, Uri, Zugo e San Gallo. Con l’attraversamento del passo del San Gottardo, le truppe confederate svizzere risultano ribelli e disordinate, con la conseguenza di soldati che saccheggiano i territori di Mesocco e del fiume Moesa.

Il 30 giugno, il comandante delle forze ducali intende contrattaccare i nemici ed inizia un conflitto difficile, tra la potenza della cavalleria di Visconti e la fanteria svizzera. In seguito, le strategie belliche di Carmagnola, che prevalgono sull’alleanza confederata svizzera. Da qui, la resa degli Svizzeri e la vittoria per le forze militari ducali.

Le conseguenze

Dalla guerra, ingenti perdite per entrambi gli schieramenti e centinaia di prigionieri. Nella città lombarda, i festeggiamenti di tre giorni, per la vittoria della riacquisizione del Ducato di Milano. In seguito, l’assenza del controllo svizzero sui territori di Uri e di Obvaldo, del Cantone Ticino.

Nel 1426 il Trattato di Bellinzona stabilisce la rinuncia per gli Svizzeri dei predomini transalpini, con l’acquisizione della franchigia doganale, nei territori degli Stati federati. A fronte di ciò, le distanze di Berna nei confronti dei Paesi alleati svizzeri, sugli aiuti durante la battaglia contro il Ducato di Milano. Dopo lo scontro bellico, gli Svizzeri rafforzano la strategia militare ed aumentano il numero di soldati nell’esercito.