Basterà la laurea magistrale per l’abilitazione alle professioni: addio esame di stato

0
429

Addio esame di stato. Novità in arrivo per l’accesso alle professioni. Non servirà più l’esame di abilitazione all’esercizio della professione per diverse categorie di lauree. Con la radicale semplificazione contenuta nel ddl del ministro Manfredi, l’esame di stato andrà di fatto in soffitta. E basterà la laurea magistrale per l’abilitazione. Lo rende noto il Cdm, dopo l’approvazione del testo di legge, che introduce nuove disposizioni in materia di titoli universitari abilitanti.

Quali sono i gruppi di laurea da subito abilitanti?

Odontoiatria, farmacia, veterinaria e psicologia. A questo primo gruppo di lauree si sono aggiunti su richiesta degli ordini coinvolti altre categorie di lavoratori. Si tratta del tecnologo alimentare, del dottore agronomo e forestale. Del pianificatore paesaggistico e conservatore, dell’assistente sociale, dell’attuario, del biologo, del chimico e del geologo. Per ognuna di queste categorie resta comunque sempre necessario il tirocinio pratico e valutativo da svolgersi durante il percorso di studio.

Che cos’è l’abilitazione?

L’abilitazione è un atto amministrativo, che funge da riconoscimento legale. Lo si ha a seguito di idoneo riscontro tecnico-valutativo, del processo dei titoli e delle capacità necessarie ad esercitare relative professioni. E’ l’ultimo esame dopo la laurea per accedere di fatto alla professione. Con questa radicale semplificazione l’esame di stato sarà abolito. Per chi l’ha fatto, è momento di tensione e grande liberazione. Per chi deve concludere il percorso di studio, sarà solo un racconto del collega più anziano di turno.

Addio esame di stato: la radicale semplificazione

La semplificazione si attuerà anche per le professioni tecniche. Tra queste le qualifiche di geometra, agrotecnico, perito agrario e perito industriale laureato. Queste disposizioni si allineano a quanto già successo con l’art 102 del decreto Cura Italia. Dalla scorsa primavera, infatti, anche i medici, dal giorno della laurea, risultano subito abilitanti.

Commenti