Una buona prova, fatta di coraggio e di tenacia, non basta alla Sutor per espugnare il PalaMaggiò di Caserta: ha prevalso la Pasta Reggia 75-68 dopo una partita piacevole che i padroni di casa hanno condotto praticamente sempre, riuscendo nel finale a respingere i tentativi di rimonta della squadra di Recalcati. Dominante a rimbalzo, con 14 palloni catturati più della Juve, la Sutor ha pagato la differenza nelle percentuali di tiro, proprio come all’andata. Recalcati alla vigilia aveva detto proprio di non sottovalutare il tiro dalla lunga di Caserta, deficitario in stagione (28%) ma decisivo all’andata, quando i campani tirarono al 50%. E infatti anche stasera, Mordente e compagni hanno segnato col 53% da tre, contro il 31% della Sutor, fattore decisivo poi nell’economia dell’incontro. Bei segnali comunque anche oggi, nonostante la sconfitta, per la squadra gialloblù: Mazzola ha confermato di essere in un momento di forma ottimo con la seconda doppia doppia consecutiva (stasera 15 punti e 10 rimbalzi), così come Campani, oltre al fatto ovviamente che i due punti di margine sull’ultimo posto restano intatti.

Recalcati rinuncia per la prima volta a Sakic titolare, preferendo Mazzola, ma l’avvio è bianconero, con Caserta che parte con un 5-0 di parziale. La Sutor però regge bene l’impatto col PalaMaggiò e con le triple di Skeen e quella di Cinciarini firma il sorpasso sul 15-16. La gara resta sul filo dell’equilibrio e infatti il primo quarto finisce in parità, 22-22. La musica cambia nel secondo quarto, conla Sutorche perde il filo in attacco, subendo il break dei padroni di casa che allungano sul 31-24. Le percentuali dei gialloblù scendono, praticamente la squadra di Recalcati non segna mai, e Caserta va a chiudere il primo tempo avanti 41-33.

Al rientro dagli spogliatoi i ragazzi di Molin provano a scavare il solco. I primi minuti della ripresa sono a forti tinte bianconere, con Roberts e Brooks a costruire l’allungo del 53-36. Poco più tardi saranno anche 18 i punti di margine dei padroni di casa, e solo grazie ad un paio di canestri di Mitrovic e Kudlacek, la Sutor riesce a chiudere il terzo quarto in leggera rimonta (60-47). I gialloblù rientrano bene in campo e tornano vicini alla squadra di Molin. Caserta è ancora a +10 a sei minuti dal termine, ma sulle giocate di Campani e Mazzola la Sutor costruisce un parziale di 10-2 che la riporta prepotentemente in partita (67-65) ad oltre due minuti dal termine. È brava però la Pasta Reggia a non perdere il controllo: i bianconeri non sbagliano più in attacco e grazie anche ad alcune difese positive, mettono a segno un parziale di 8-0 con Michelori protagonista che chiude la partita. Finisce 75-68 per i padroni di casa.

È mancato davvero poco al compimento di un’altra rimonta che avrebbe avuto dell’incredibile. Non ci è riuscita stavolta la Sutor, che ha pagato gli sforzi fatti per recuperare, peccando forse di lucidità nei momenti decisivi. Resta comunque la buona prova, ottimo segnale anche in vista delle prossime decisive gare.

Questi i tabellini dell’incontro:

JUVECASERTA-SUTOR MONTEGRANARO 75-68 (22-22; 41-33; 60-47)

JUVECASERTA: Mordente 8, Marzaioli ne, Marini ne, Vitali 7, Tommasini, Michelori 12, Brooks 14, Roberts 9, Moore 10, Scott 11, Easley 4. Allenatore: Molin MONTEGRANARO: Cinciarini 5, Sakic 6, Tessitore, Rossi ne, Lauwers 9, Kudlacek 9, Campani 9, Mazzola 15, Mitrovic 7, Piunti ne, Skeen 8. Allenatore: Recalcati

Arbitri: Luigi Lamonica, Luca Weidmann, Denny Borgioni

Condividi e seguici nei social
error

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here