A conclusione della sesta giornata di campionato di Serie A, la Leonessa Brescia continua ad impressionare con la sesta vittoria consecutiva, mentre i campioni d’Italia di Venezia cadono per la prima volta, lasciando la Germani sola in vetta. Dalle retrovie risale minacciosa la Fiat Torino, così come Milano, rialzatasi dalla netta sconfitta di Sassari. Un beffardo overtime in terra pugliese interrompe la corsa della Sidigas Avellino, permettendo a Brindisi di acciuffare la prima vittoria stagionale. L’Happy Casa dunque, lascia alle proprie spalle il fanalino di coda, ora solitario, Grissin Bon Reggio Emilia, ancora a secco di punti dopo ben sei turni. Bene anche Capo d’Orlando, Cremona, Varese e la ritrovata Cantù, nonostante le note vicende societarie.

Conserva ben salda la leadership la Germani Basket Brescia trainata da un incredibile Michele Vitali, autore di ben 13 punti (3/4 da 3) e 4 assist e dall’MVP della scorsa stagione Marcus Landry (16 punti). A pagarne le spese è la Grissin Bon Reggio Emilia, nonché fanalino di coda ancora a 0 punti, con il risultato di 79-68. La squadra di Menetti, già condannata ai bassifondi della classifica, ha dovuto fare i conti con le assenze di Cervi e Nevels. Magra consolazione l’ottima prova di forza mostrata da Wright (21) e soprattutto da Della Valle (18 punti) nei momenti catartici del match, il quale ha provato a ricucire lo svantaggio più e più volte, ma la Leonessa non si è fatta sopraffare.

Alle spalle della formazione lombarda, risale prepotentemente la Fiat Torino, autrice di un’ottima gara sul parquet dell’Umana Reyer Venezia, costringendola alla prima sconfitta stagionale (91-96). Un passo falso che permette a Brescia di guidare in solitaria il campionato.
Nonostante si tratti di un gruppo completamente rinnovato, Luca Banchi, dall’alto della sua esperienza, lo ha reso nell’arco di pochissimo tempo una squadra con la esse maiuscola. I risultati che giungono in casa Auxilium sia in campionato che in Eurocup, sono una chiara testimonianza. Dopo un avvio in cui Venezia riesce a garantirsi anche il +9 di vantaggio (34-25), il coach torinese pesca dalla panchina un ispiratissimo Beppe Poeta, autore di due assist e 2 palle recuperate che permettono ai suoi compagni di recuperare lo svantaggio.  Devastanti i 25 punti di Patterson e il finale di gara di un Mbakwe, inizialmente intimidito da Watt, ma capace di rialzarsi e piazzare 17 punti conditi da 8 rimbalzi.

Cade invece per la seconda volta quest’anno, la Sidigas Avellino sul campo di un Happy Casa Brindisi orfana di punti sino al match contro gli irpini. 2 punti pesanti per i brindisini ottenuti dopo 45’ estenuanti di gioco. Infatti, un tiro di Tepic dal lato sinistro con la palla che lambisce il tabellone prima di gonfiare la retina sulla sirena, garantisce ai padroni di casa l’overtime. Overtime in cui uno straordinario Lalanne garantisce il + 4 ai suoi compagni. Nel breve periodo Brindisi è brava a gestire il ridotto vantaggio, conquistando così i primi due punti che fanno respirare l’ambiente brindisino, ma anche sorridere coach Dell’Agnello, in bilico alla vigilia del match. Non sono bastati alla Sidigas i ventelli di Rich (28) e Filloy (23).

A quota 6 punti sono appaiate Varese, Cremona, Sassari e Cantù. Procedendo in ordine, l’Openjobmetis polverizza letteralmente (93-66) un’Aquila Trento irriconoscibile in un match che non ha mai avuto storia dopo la fuga nei primi 10’ di gara dei padroni di casa (31-12). Be  5 sono i giocatori in doppia cifra tra le fila varesotta, con Okoye top scorer del match grazie ai suoi 18 punti, poi seguono Wells con 15, Waller 14, Pelle 12 e Hollis con 10.

Prosegue l’ottimo momento positivo della Vanoli Cremona che ha ottenuto la seconda vittoria consecutiva battendo l’avversaria di turno, Dinamo Sassari 96-81. Un match in cui i padroni di casa hanno provato a più riprese a fuggire, ma i sardi sono stati bravi a ricucire i vari svantaggi. Fatta eccezione del quarto periodo, in cui la Vanoli, trainata da Milbourne, autore di 11 punti nei soli 10’ finali, riesce ad anellare un parziale di 28-17 che sancisce poi il +11 finale. Grazie al risultato positivo, i lombardi raggiungono in classifica proprio i sardi a quota 6.

Ottima prova anche per la Red October Cantù, nonostante le note vicende societarie e i 2 milioni da versare alla Lega per proseguire senza intoppi il suo campionato. Trascinatore indiscusso per i canturini è Randy Culpepper con i suoi 36 punti mesi a referto che annichiliscono un’irriconoscibile Pistoia 82-93.

Deludente dal punto di vista dello spettacolo, ma fondamentale la larga vittoria ottenuta dalla Betaland Capo d’Orlando ai danni della VL Pesaro.

Nel posticipo serale regna l’equilibrio tra l’Olimpia Milano e la Virtus Segafredo Bologna. Non era una gara come tutte le altre. No. Era la gara del ritorno di Alessandro Gentile al Forum, il quale è stato accolto da un mix di fischi e applausi. Il cestita originario di Maddaloni, prova ad impressionare il suo ex pubblico siglando ben 20 punti, ma è anche autore di 5 palle perse e troppi tiri presi senza cognizione di causa. Tutto ciò grava sull’economia di una partita in cui nessuna delle due formazioni riesce a prendere il largo. In vista del doppio impegno settimanale di Eurolega, concede ampio minutaggio a Cusin, Pascolo e Cinciarini, i quali non deludono le aspettative. Soprattutto il gigante Cusin, riesce a lasciare il segno con due decisive stoppate che permettono poi a Goudelock di piazzare il 68-64 che significa vittoria per la squadra meneghina.

 

Risultati 6ª Giornata
Umana Reyer Venezia – Fiat Torino 91-96
EA7 Emporio Armani Milano – Virtus Segfredo Bologna 72-64
Betaland Capo d’Orlando – VL Pesaro 73-56
Happy Casa Brindisi – Sidigas Avellino 92-88
Germani Basket Brescia – Grissin Bon Reggio Emilia 79-68
Vanoli Cremona – Banco di Sardegna Sassari 96-81
The Flexx Pistoia – Red October Cantù 82-93
Openjobmetis Varese – Dolomiti Energia Trentino 93-66

CLASSIFICA
Brescia 12, Torino 10, Milano 10, Venezia 10, Avellino 8, Bologna 6, Varese 6, Cremona 6, Sassari 6, Cantù 6, Pistoia 4, Trento 4, Capo d’Orlando 4, Brindisi 2, Pesaro 2, Reggio Emilia 0.

Annunci

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here