“Heroes come and go, but legends are forever”.
5 titoli NBA, 2 ori olimpici, 2 volte MVP delle finali, 1 titolo MVP della regular season, 18 volte NBA All-Star, 3º marcatore assoluto nella storia NBA con 33.643 punti, 81 punti in una singola gara (22 gennaio 2006 contro i Toronto Raptors).

Questi sono alcuni dei tantissimi record stabiliti da Kobe Bryant al termine della sua carriera, quando per l’ultima volta ha dato dimostrazione del suo incommensurabile talento. Era il 13 aprile 2006, si giocava Los Angeles Lakers – Utah Jazz. In quell’occasione ha totalizzato 60 punti, tirando con il 44% (miglior prestazione realizzativa della stagione 2015/2016). Con il suo ultimo morso, il Black Mamba ha sancito l’ennesimo record: unico giocatore nella storia NBA ad aver segnato 60 punti nella sua ultima partita da professionista. Sarà l’ultimo?

Assolutamente no. Kobe non è uno dei tanti. Non lo è mai stato. 

Questa notte, ore 4:30 italiana, in occasione della gara casalinga dei Los Angeles Lakers contro i campioni del mondo in carica dei Golden State Warriors, orfani di Stephen Curry e Green, Kobe Bryant entrerà ufficialmente nella storia. Saranno ritirate entrambe le maglie con cui ha giocato nei suoi 20 anni di carriera, fedelissimo ai colori giallo-viola: la 8 e la 24. Una non bastava? Be’, ovviamente no, altrimenti non staremmo parlando di Kobe Bean Bryant, originario di Philadeplphia, cresciuto cestisticamente in Italia seguendo le orme del padre Joe, per poi diventare una vera e propria icona del basket mondiale calcando e dominando ogni parquet a stelle e strisce.

Occhi incollati allora sullo Staples Center, questa notte, quando i gonfaloni verranno issati sotto al soffitto e si uniranno insieme a quelle di altri campioni che hanno fatto la storia della franchigia californiana, come Shaquille O’Neal, compagno del Mamba nei primissimi anni della sua carriera con il quale ha vinto 3 titoli NBA, Wilt Chamberlain Kareem ABdul-Jabbar o Magic Johnson.

“05 seconds on the clock. Ball in my hands. 5…4…3…2…1”.

Annunci

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here