”Possiamo essere la sorpresa come la Danimarca nell’europeo di calcio nel 1992”, parola del presidente federale Gianni Petrucci che – nonostante le defezioni importanti – manifesta fiducia nella Nazionale Italiana di basket in vista degli Europei al via mercoledi’ settembre in Slovenia, quando gli azzurri avranno un esordio da brividi contro la Russia. ”Le assenze sono pesanti, ma io – ha aggiunto – credo in questi ragazzi. Negli allenamenti ho visto grande unione e mi auguro che gli avversari ci sottovalutino. Possiamo essere la sorpresa come la Danimarca nell’europeo di calcio nel 1992”. Fara’ il tifo per gli azzurri chi con quella maglia ha vinto, come Denis Marconato, convinto che ”oggi siano troppo coccolati, da stampa e allenatori”. ”Noi eravamo criticati molto di piu’ ed e’ stato uno stimolo”, ha osservato Carlton Myers, un oro e un argento europeo in bacheca, in prima fila alla presentazione nella sede del Corriere della Sera come altri due ex azzurri, Andrea Meneghin e Michele Mian. ”Sarebbe meglio – ha continuato il presidente della Fip – se oggi la stampa dicesse le cose come stanno anziche’ esaltare troppo i giocatori. Nessuna nazionale italiana ha avuto tanto talento, atleticita’ e potenzialita’ come questa, ma non si va lontano senza saper combattere con spirito e sentimento”. L’estate e’ stata turbolenta per il coach azzurro Simone Pianigiani e per il suo team ma gia’ ad aprile arrivavano presagi negativi: sfumava infatti la possibilita’ di avere Danilo Gallinari a causa di un brutto infortunio (che lo riportera’ sul parquet a Gennaio). Mano a mano sono arrivate altre brutte notizie: infortuni per Daniel Hackett (anche se nel suo caso e’ prevalsa la volonta’ del giocatore di non partecipare visto che l’infortunio era ampiamente recuperabile), Andrea Bargnani (polmonite), il capitano Stefano Mancinelli e ultimo in ordine di tempo Angelo Gigli. La Nazionale e’ priva dei tre quinti del quintetto titolare (Hacket, Gallinari e Bargnani) ma con la necessita’ di fare bene in un girone assolutamente non favorevole con la presenza di Grecia, Finlandia, Russia, Svezia e Turchia. Le armi di Pianigiani per questo Europeo in Slovenia a partire da mercoledi’ rischiano di essere spuntate. Per riuscire ad accedere alla seconda fase servira’ un grosso salto di qualita’ dai giocatori in forza in Italia (come Gentile, Diener, Cinciarini ed Aradori) e che Belinelli (unico NBA rimasto dato che Datome comincera’ la sua avventura sola a termine della manifestazione continentale) si adatti al sistema di gioco dei compagni impegnandosi perche’ la nazionale non perda quella che potrebbe essere l’ultima chiamata per la partecipazioni alle Olimpiadi. Pianigiani – in zona Cesarini – ha dovuto anche rinunciare anche ad Angelo Gigli, rientrato dal Torneo dell’Acropolis di Atene, che ha manifestato un riacutizzarsi di una forma di gonalgia al ginocchio sinistro. Gigli e’ stato autorizzato a lasciare il raduno. Al suo posto e’ stato quindi convocato Daniele Magro mentre Cavaliero non fara’ parte delle spedizione europea. Gli azzurri che partecipano all’EuroBasket 2013 sono: Pietro Aradori, Marco Belinelli, Andrea Cinciarini, Marco Cusin, Luigi Datome, Diener Travis, Alessandro Gentile, Daniele Magro, Nicolo’ Melli, Giuseppe Poeta, Guido Rosselli, Luca Vitali.

Annunci

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here