Dopo la 10ᵃ giornata di Eurolega, le prime sei della classe, guidate da CSKA e Olympiakos, non hanno fallito consolidando le loro primissime posizioni. Nonostante ciò, la classifica resta molto corta. Sono racchiuse ben 10 squadre nell’arco di due vittorie. Con la giornata che si è appena conclusa, ci attenderà un dicembre di fuoco con la classifica che turno dopo turno cambierà continuamente faccia.

Facciamo però un passo alla volta. Partiamo dall’analizzare la decima giornata appena terminata, con la vittoria esterna ottenuta a sorpresa dalla Stella Rossa di Belgrado 83-87 sul parquet del Real Madrid di Luka Doncic. I serbi hanno prima dominato il match chiudendo il terzo quarto 47-60 per poi resistere al pericolosissimo rientro degli spagnoli, i quali si sono fermati solo sull’83-84. La tripla finale di Pero Antic ha sancito il ko definitivo per i blancos. Serata al tiro da incorniciare per i serbi che hanno messo a segno ben 17 triple trovando in Taylor Rochestie il top scorer del team con 18 punti, coadiuvato dal compagno Milko Bjelica. A nulla sono serviti i 20 punti di Luka Doncinc per evitare la quinta sconfitta europea incassata dagli spagnoli nonostante il vano tentativo di risalita. La Stella Rossa invece, ha conquistato la terza vittoria eguagliando il record dell’Olimpia Milano e dell’Efes Istanbul, avversarie in questa tornata di Eurolega (la cronaca).

La decima giornata è stata inaugurata però con una notizia positiva in casa russa: il Khimki Mosca, dopo un ottimo avvio, ha ritrovato il sapore della vittoria arrestando la striscia negativa di tre sconfitte di fila (record 6-4). La squadra trainata dai 26 punti dell’ex NBA Alexey Shved, ha sconfitto il Brose Bamberg di Trinchieri 82-73 che procede ancora ad intermittenza con 5 vittorie e 5 sconfitte.

Così come il Bamberg, anche il Maccabi FOX Tel Aviv avanza a fase alterne, ma questa volta la squadra di Spahija ha trovat il sorriso con la vittoria ottenuta contro lo Zaligirs Kaunas 81-74. Decisivo è stato l’apporto dalla panchina dell’ex New Orleand Pelicans Norris Cole, il quale in 30’ di gioco ha realizzato il proprio season-high con 26 punti portando il Maccabi ad ottenere un record di 6-4. Nonostante i 16 punti di vantaggio fatti registrare a metà terzo quarto dai padroni di casa, lo Zalgiris ha provato a reagire con le bombe di Artiras Milaknis dai 6,75 metri sino a raggiungere il -3 con un parziale di 0-10. Ci ha pensato poi Pierre Jackson per gli israeliti ad interrompere l’ottimo momento degli avversari e condurre il Maccabi alla vittoria.

Dopo tre vittorie consecutive il Baskonia si è scontrata contro la corazzata turca del Fenerbahce Dogus subendo un passivo di 69-83. È risultata decisiva per i gialloblu la prestazione da 16 punti di James Nunnally, vecchia conoscenza del basket nostrano (lo scorso anno con la maglia della Sidigas Avellino). Supportato a sua volta egregiamente da Kostas Sloukas autore anche lui di 16 punti con ben 6 assist serviti. Se per la squadra spagnola si è interrotta una striscia di successi, decisamente l’inverso si può dire per i ragazzi di Obradovic che hanno centrato la loro terza vittoria filata restando al terzo posto con 7 vittorie e 3 sconfitte, ad una sola vittoria di scarto dall’ Olympiakos e dal CSKA Mosca.

Entrambe vincenti nelle rispettive gare disputate. I greci hanno battuto il Valencia 64-72 condannando gli spagnoli alla sesta sconfitta consecutiva. Merito soprattutto del duo Printezis e Papanikolau. Il primo è stato autore di una doppia-doppia monstre con 12 punti e 14 rimbalzi, l’altro invece ha lasciato il segno con 13 punti, 6 rimbalzi e ben 4 assist.

Il CSKA invece, ha spazzato via alla Megasport Arena il Barcellona 92-78 dominando in modo incontrastato nei minuti finali, mantenendo così la vetta della classifica con un record di 8-2 in coabitazione con l’ Olympiakos. I blaugrana hanno retto 37’ prima di cedere sotto i colpi moscoviti diretti da un ispiratissimo Nando De Colo da 18 punti e 11 assist. Il play francese nel finale ha guidato le transizioni offensive che hanno permesso in primis a Cory Higgins (20) di scavare un solco tra sé e i catalani salendo dal 75-75 ai -5’ dal termine, sino al +14 finale.

C’è ancora una gara da analizzare per concludere la decima giornata di Eurolega ed è quella che ha visto il Panathinaikos Supergoods battere l’Unicaja Malaga 82-71 e volare in classifica con un prezioso 7-3, condividendo il terzo posto insieme ai turchi del Fenerbahce. Nonostante la classifica condanni gli spagnoli all’ultimo posto con sole 3 vittorie, sono stati in gara sino all’ultimo quarto quando Nick Calathes (16 punti e 12 assist) e Nikos Pappas hanno creato il solco a favore dei greci mettendo a referto ben 7 delle 13 triple totali. Per i biancoverdi di Atene decisivo è stato l’apporto di James Gist con i suoi 17 punti e gli 11 rimbalzi conquistati. Non sono bastati i 16 punti di Nemanja Nedovic per evitare la quarta sconfitta consecutiva all’Unicaja Malaga.

RISULTATI 10ᵃ giornata
Khimki Mosca – Brose Bamber 82-73
Anadolu Efes istanbul – AX Armani Exhcange Olimpia Milano 73-68
Maccabi FOX Tel Aviv – Zalgiris Kaunas 81-74
Baskonia Vitoria Gasteiz – Fenerbahce Dogus 69-83
Valencia Basket – Olympiacos Pireo 64-72
CSKA Mosca – FC Barcellona Lassa 92-78
Panathinaikos Superfoods – Unicaja Malaga 82-71
Real Madrid – Stella Rossa Blegrado 83-87

Prossimo turno 11ᵃ giornata
7 dicembre 2017
Zalgiris Kaunas – Panathinaikos Superfoods
Brose Bamberg – CSKA Mosca
Maccabi FOX Tel Aviv – Valencia Basket
Baskonia Vitoria Gasteiz – Unicaja Malaga
AX Armani Exchange Olimpia Milano – Khimki Mosca

8 dicembre 2017
Stella Rossa Belgrado – Anadolu Efes Istanbul
Olympiakos Pireo – Real Madrid
FC Barcellona Lassa – Fenerbahce Dogus

CLASSIFICA

  • CSKA Mosca (8-2)
  • Olympiakos Pireo (8-2)
  • Fenerbahce Dogus  (7-3)
  • Panathinaikos Superfoods  (7-3)
  • Maccabi Tel Aviv  (6-4)
  • Khimki   (6-4)
  • Real Madrid  (5-5)
  • Zalgiris Kaunas  (5-5)
  • Brose Bamberg  (5-5)
  • FC Barcellona Lassa  (4-6)
  • Baskonia Vitoria Gasteiz  (4-6)
  • Valencia Basket (3-7)
  • Anadolu Efes Istanbul (3-7)
  • AX Armani Exchange Olimpia Milano (3-7)
  • Stella Rossa Belgrado (3-7)
  • Unicaja Malaga (3-7)
Condividi e seguici nei social
error

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here