Basket, Eurolega: altra impresa dell’Olimpia Milano, Brose Bamberg rimontato e sconfitto 71-62

0
475

Una settimana di Eurolega da incorniciare per l’AX Armani Exchange Milano. Dopo aver ottenuto una straordinaria vittoria rimontando 17 punti al Valencia, l’Olimpia ha compiuto nuovamente l’impresa ieri sera, battendo il Brose Bamberg di Trinchieri e Hackett risalendo da un incredibile -11 quando mancavano solo 7’ al termine. Fondamentali sono stati i 10 punti consecutivi messi a referto da Mantas Kalnietis che hanno permesso a Milano non solo di agganciare i tedeschi, ma anche di allungare imponendo un parziale di 19-0, trovandosi così avanti di 8 lunghezze.

Da evidenziare anche i 12 punti di Curtis Jerrels. Il texano non ha certamente replicato i 30 punti della scorsa gara, ma ha comunque inciso sulla vittoria finale segnando due triple che hanno aperto e chiuso definitivamente la rimonta meneghina.

Con queste due vittorie, tre se si aggiunge anche quella in campionato contro Trento, l’Olimpia Milano ha cancellato definitivamente la bruttissima prestazione ottenuta la settimana scorsa contro lo Zalgiris, arrivando con il morale alto alla delicata sfida del Forum contro l’affamatissima Sidigas Avellino. Se il morale sarà alto, non si può dire lo stesso quanto riguarda la freschezza fisica, sicuramente deficitaria dopo aver affrontato una vera e propria maratona con due overtime mercoledì e poi la dispendiosa sfida di ieri sera.

La partita – Nei primi 15’ di gioco regna l’equilibrio sul parquet del Mediolanum Forum di Assago, con il punteggio che galleggia sul 23-23. Parità interrotta però, da un parziale di 0-7 firmato Maodo Lo, il quale porta i suoi avanti sul 25-30, costringendo Pianigiani a richiamare i suoi. I liberi di Theodore interrompono l’emorragia, ma una tripla di Bryce Taylor spedisce le due formazioni negli spogliatoi con il punteggio di 27-35.

Al rientro sul parquet, l’Olimpia sembra aver ritrovato coraggio, guidata dal solito Curtis Jerrels, il quale da oltre 7 metri trova la tripla che permetterà poi a Tarczewski di avvicinare Milano al Brose sul 38-39. La gara cambia faccia quando sul 40-43 Dorell Wright dalla medesima mattonella sfrutta al meglio le incomprensioni difensive milanesi mettendo a segno due triple pesantissime (40-49).

Il massimo vantaggio il Bamberg lo trova quando mancano 7’ e 31” al termine della gara con il canestro di Hickman valevole il 46-57. L’Olimpia sembrerebbe condannata ad un’ennesima sconfitta europea, ma il forte carattere che contraddistingue le formazioni di Pianigiani esce fuori. Milano aumenta la propria pressione difensiva, forzando gli attacchi dei tedeschi. Risultato: l’Olimpia è ancora viva.

Pascolo apre le danze con il 48-57, poi infierisce Jerrels con il suo marchio di fabbrica per il 51-57. Il pressing milanese è asfissiante per i ragazzi di Trinchieri e una palla rubata da Cinciarini viene trasformata in 3 punti da Mantas Kalnietis. È -1 sul 56-57. Il lituano che sino a quel momento aveva tirato con lo 0/5, mette a referto 10 punti consecutivi garantendo l’allungo Olimpia sul 63-57. Il parziale di 19-0 lo firma Cinciarini con un coast-to-coast fulmineo. Missione compiuta. L’Armani è riuscita a risalire da uno svantaggio di -11 per poi ritrovarsi avanti di 8 lunghezze. Nel finale l’1/3 di Jerrels dalla lunetta decreta il 71-62 finale consegnando a Milano la terza vittoria in Eurolega.

 

Tabellino

AX ARMANI EXCHANGE OLIMPIA MILANO – BROSE BAMBERG 71-62 (13-16, 27-35, 43-51, 71-62)

Olimpia Milano: Micov 0, Pascolo 6, Kalnietis 10, Tarczewski 12 (7r), Cinciarini 5, Cusin ne, M’Baye 8, Theodore 7, Jefferson ne, Bertans 0, Jerrells 12, Gudaitis 11 (8r). All. Pianigiani.

Brose Bamberg: Hackett ne, Hickman 3, Wright 12, Zisis 7, Nikolic 11, Staiger 0, Mitrovic 2, Lo 5, Rubit 9, Heckmann ne, Radosevic 6, Taylor 7. All. Trinchieri.

Commenti