Barolo: Fontanafredda produce il primo vino a emissioni zero

0
575
Barolo: Fontanafredda produce il primo vino a emissioni zero

Fontanafredda ha l’ambizione di essere la prima tenuta al mondo a produrre un vino cento per cento green. Si prospetta per il 2025 l’apertura della prima bottiglia di Barolo prodotta a emissioni di Co2 pari a zero.

Il Barolo di Fontana fredda sarà il vino più green del mondo?

A Serralunga d’Alba, in provincia di Cuneo, si trova l’azienda agricola di Fontanafredda. Tra le più note per la produzione di Barolo, imperatore dei vini rossi Italiani. Ricca di vigneti storici che furono possedimenti di Vittorio Emanuele II, primo Re d’Italia. Durante la prossima vendemmia un Cru di Barolo avrà l’ambizione di produrre il primo vino al mondo a emissioni di Co2 pari a zero. Le prime bottiglie del nobile rosso Piemontese saranno pronte per il 2025 e vanteranno il titolo di prodotto green al cento per cento.Si utilizzeranno, infatti, per la produzione nella micro zona della Vigna La Rosa i trattori cingolati da vigneto alimentati a biometano della New Holland Agriculture. Un motore che rispetterà la natura ma avrà le stesse prestazioni del metano, durante tutta la cura del vitigno.


Adottare un filare: il nuovo trend 2021 per un regalo perfetto


Una collaborazione per l’ambiente

In onore del rinascimento verde, un progetto che da anni vede impegnata Fontanafredda nella sostenibilità ambientale, e dell’economia circolare entro la fine del 2021 tutta la tenuta verrà alimentata con energia prodotta dal biometano. L’azienda è comunque, già a oggi, un’amica dell’ambiente. Sono presenti, infatti, due fitodepuratori e 120 ettari di vigneti sono già totalmente certificati biologici. Inoltre, ospita l’ultimo bosco naturale della Bassa Langa. Si cerca, giorno per giorno, di rendere verdi tutte le sue scelte come ad esempio il riutilizzo dell’acqua e i materiali utilizzati per i packaging sono sani e naturali. Il fulcro del progetto “Barolo Vigneto La Rosa”, da cui nasce l’omonimo vino già entrato nella top 100 di “wine spectator”, sta nella collaborazione con il marchio motoristico Cnh. Marchio che oggi è il maggior produttore al mondo di motori a basso impatto ambientale.