Resta aggiornato con le nostre news

  • Ricevi le news più interessanti 
  • Scopri le ultime novità
 
 

A Barcellona le Formula 1 preparano il sogno mondiale

Prosegue la seconda fase dei test invernali di Barcellona presso l’amatissimo Circuit de Catalunya per la preparazione al mondiale di Formula 1 2018 che inizierà il 25 marzo con il Gran Premio di Melbourne.
Ma se la griglia di partenza prenderà forma solo tra qualche settimana questo non esclude che la sfida mondiale sia già, in qualche modo, cominciata.
Come sempre a Barcellona si gioca al ribasso, per cercare di non mostrare tutte le carte in tavola e non esporsi troppo.
La prima trance di test non è andata come si sperava, con un tempo che non ha lasciato scampo e ha costretto le monoposto a girare molto meno rispetto a quanto avrebbero voluto. Discorso diverso invece per questo secondo appuntamento, iniziato martedì 6 marzo e destinato a terminare nel tardo pomeriggio di venerdì.
Dopo una prima giornata, che ha visto scendere in pista un metodico e agguerrito Sebastian Vettel per ben 171 giri portandosi a casa il miglior tempo della giornata, è arrivato il momento di tornare in pista per altri due giorni di prove, cambiamenti, perfezionamenti.
Nella mattinata di mercoledì poi il record della pista e, quindi, il miglior tempo della giornata, è passato nelle mani dell’australiano Daniel Ricciardo su Red Bull. Con la nuova mescola hypersoft il ragazzo più simpatico dei paddock ha ribaltato le aspettative posizionandosi, dopo ben 165 giri, davanti alle due Mercedes di Hamilton e Bottas.
Di rilievo nella seconda giornata è stata sicuramente la prova del pilota neozelandese Brendon Hartley che, con le gomme hypersoft su Toro Rosso-Honda ha ottenuto il quinto tempo della giornata.
Sessione pomeridiana conclusa con un piccolo inciderete, e conseguente bandiera rossa, del giovane neo assunto in casa Sauber-Alfa Romeo: Charles Leclerc è finito nella gaia per un testa coda dopo aver portato a termine 159 giri.
Il terzo giorno di prove della seconda trance ha invece visto nuovi protagonisti e nuovi colpi di scena. A guidare la classifica è il ferrarista Sebastian Vettel in una giornata che non poteva essere più positiva. Miglior tempo assoluto realizzato al mattino con uno spaziale 1’17″182, serie di long-run al pomeriggio per un totale di 185 giri macinati. Lui e il piccolo di casa Red Bull, Max Verstappen, hanno totalizzato un numero vicino ai tre gran premi totali. Buono il lavoro della Haas, che si è portata in seconda posizione con Magnussen, e della Toro Rosso con Gasly.
Non positica la giornata del talentuoso Stoffel Vandoorne, solo sesto.
Attenzione ora tutta puntata all’ultima giornata di test che vedrà scendere in pista ancora tutte le scuderie per cercare di rispondere agli ultimi dubbi sul campionato alle porte. Dopodiché tutti pronti per il primissimo weekend dell’anno, tra conferenze stampa e prove libere, fino a domenica 25 marzo quando prenderà via il Gran Premio D’Australia

Mercoledì 7 marzo 2018, SECONDO GIORNO DI TEST, SECONDA TRANCE

1 – Daniel Ricciardo (Red Bull RB14-Renault) – 1’18″047 – hypersoft – 165 giri
2 – Lewis Hamilton (Mercedes W09) – 1’18″400 – ultrasoft – 90
3 – Valtteri Bottas (Mercedes W09) – 1’18″560 – ultrasoft – 82
4 – Sebastian Vettel (Ferrari SF71-H) – 1’19″541 – soft – 66
5 – Brendon Hartley (Toro Rosso STR13-Honda) – 1’19″823 – hypersoft – 118
6 – Fernando Alonso (McLaren MCL33-Renault) – 1’19″856 – hypersoft – 54
7 – Carlos Sainz (Renault RS18) – 1’20″042 – media – 88
8 – Romain Grosjean (Haas VF18-Ferrari) – 1’20″237 – soft – 75
9 – Kimi Raikkonen (Ferrari SF71-H) – 1’20″242 – soft – 46
10 – Lance Stroll (Williams FW41-Mercedes) – 1’20″349 – soft – 63
11 – Nico Hulkenberg (Renault RS18) – 1’20″758 – supersoft – 102
12 – Esteban Ocon (Force India VJM11-Mercedes) – 1’20″805 – soft – 130
13 – Charles Leclerc (Sauber C37-Ferrari) – 1’20″918 – supersoft – 159
14 – Sergey Sirotkin (Williams FW41-Mercedes) – 1’24″162 – soft – 77

Giovedì 8 marzo 2018, TERZO GIORNO DI TEST, SECONDA TRANCE

1 – Sebastian Vettel (Ferrari SF71-H) – 1’17″182 – hypersoft – 185 giri
2 – Kevin Magnussen (Haas VF18-Ferrari) – 1’18″360 – ultrasoft – 148
3 – Pierre Gasly (Toro Rosso STR18-Honda) – 1’18″363 – hypersoft – 169
4 – Nico Hulkenberg (Renault RS18) – 1’18″675 – hypersoft – 79
5 – Carlos Sainz (Renault RS18) – 1’18″725 – hypersoft – 68
6 – Stoffel Vandoorne (McLaren MCL33-Renault) – 1’18″855 – hypersoft – 149
7 – Marcus Ericsson (Sauber C37-Ferrari) – 1’19″244 – hypersoft – 147
8 – Lewis Hamilton (Mercedes W09) – 1’19″296 – media – 84
9 – Valtteri Bottas (Mercedes W09) – 1’19″532 – media – 97
10 – Robert Kubica (Williams FW41-Mercedes) – 1’19″629 – supersoft – 73
11 – Sergio Perez (Force India VJM11-Mercedes) – 1’19″634 – hypersoft – 156
12 – Max Verstappen (Red Bull RB14-Renault) – 1’19″842 – ultrasoft – 187
13 – Lance Stroll (Williams FW41-Mercedes) – 1’20″262 – soft – 64

Giulia Toninelli

Classe 1997, da sempre con il naso su qualsiasi cosa possa assomigliare a un libro. Si divide tra il sogno di diventare scrittrice e quello di essere giornalista motorsportiva. Nel mezzo lavora e studia a Milano, guarda tanti film e va a un po' troppi concerti.

Giulia Toninelli has 111 posts and counting. See all posts by Giulia Toninelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *