Pride: la bandiera originale torna a San Francisco

0
259

Dopo 43 anni, un pezzo perduto della storia queer sta tornando a casa. La bandiera arcobaleno originale del Pride rappresentante l’intero spettro della comunità LGBTQ rientra alla base alla base a San Francisco

Qual è la storia della bandiera del Pride?

La bandiera arcobaleno del Pride è stata creata nel 1978 dall’artista e attivista queer Gilbert Baker. Quell’anno, al primo San Francisco Pride, allora noto come “Gay Freedom Day, Baker e una coorte di sostenitori dei diritti LGBTQ+ hanno cucito insieme e issato due versioni giganti sopra l’UN Plaza della città, vicino al municipio. Quelle bandiere originali erano considerate svanite. Ma questo aprile, una sezione di una di quelle due prime bandiere è entrata in possesso del museo della GLBT Historical Society. Il direttore esecutivo del museo Terry Beswick , ha affermato che la bandiera è stata progettata come “un simbolo che rappresenterebbe l’intero spettro della comunità LGBTQ”.

Le dimensioni

Misurando 60 piedi per 30 piedi, le due bandiere – una con strisce nello stile della bandiera americana, e questa senza – sono state successivamente esposte e conservate in un centro comunitario LGBTQ+ ora chiuso, dove una è stata rubata. “Chi lo sa, forse un giorno verrà fuori”, ha detto Beswick. “Anche questo era pensato per essere perso. Ha subito danni causati dall’acqua e aveva della muffaIl resto che abbiamo ora, è di circa 28 piedi lungo il paranco e da 10 a 12 piedi della mosca, ancora abbastanza grande e bello“.

Il Texas costruirà il proprio muro al confine

L’importanza a San Francisco

La sua breve importanza a San Francisco è tanto più toccante se si considera che il 1978 è stato l’unico anno in cui il supervisore Harvey Milk ha marciato alla parata. Sarebbe stato assassinato cinque mesi dopo. Baker, portò con sé la bandiera quando si trasferì a New York nel 1994 per eseguire una mostra di bandiere lunga un miglio per il 25° anniversario della rivolta di Stonewall. “Le persone sono commosse fino alle lacrime a causa di quanto fosse importante e significativo per loro quel primo sbandieratore nel 1978“, aggiunge Beswick. “Gilbert Baker ha dedicato la sua vita in seguito all’utilizzo della bandiera per spingere in avanti il ​​movimento per i diritti LGBTQ+

La bandiera originale del Pride

A differenza delle bandiere Pride a sei colori di oggi, l’originale includeva strisce rosa e turchesi. Sono stati rimossi perché la tintura rosa caldo era difficile da trovare e perché sette strisce erano ingombranti da riprodurre, davanti e dietro. Prima della sua creazione – e in seguito delle dozzine di variazioni l’emblema più noto della queerness era il triangolo rosa. Un simbolo recuperato dalla persecuzione dei gay da parte della Germania nazista uomini. Entrambi i simboli hanno acquisito maggiore visibilità e risonanza quest’anno. Nel 2021, per la prima volta, il gigantesco triangolo rosa installato sui Twin Peaks di San Francisco ogni mese del Pride sarà illuminato con 2.700 luci a LED ogni notte.