Ban Ki-moon: nasce un grande diplomatico

0
206

Ban Ki-moon

Ban Ki-moon, nasce a Haengchi, il 13 giugno 1944, ed è un alto ufficiale, politico,diplomatico, e segretario sudcoreano, delle Nazioni Unite. Il portavoce ONU, rimane in carica, dal 2007 al 1016. 

Ban Ki-moon, la biografia

Ban Ki-moon, inizialmente, è un diplomatico al Ministero degli Affari Esteri e del Commercio, in Corea del Sud, ed alle Nazioni Unite. Solo in seguito, il politico riceve la carica, di segretario generale delle Nazioni Unite. Dal 2004 al 2006, Ban Ki-moon diventa Ministro degli Esteri, della Corea del Sud. Nel febbraio del 2006, il ministro, promuove la sua campagna per la candidatura, di segretario generale, dell’ ONU. Il segretario, con la carica di Ministro agli Esteri, compie viaggi di lavoro, in tutti i Paesi, membri del Consiglio di Sicurezza, e risulta il favorito, della candidatura. Il 13 ottobre 2006, il ministro diventa  Segretario generale, dell’ Assemblea generale delle Nazioni Unite.

Carriera politica

Ban Ki-moon con la carica di Segretario generale dell’ ONU, succede a Kofi Annan. Durante il mandato, il portavoce sudcoreano attua molte riforme, sul peacekeeping, e sulle pratiche di impiego ONU. In campo diplomatico, il segretario, si occupa in modo deciso, di riscaldamento globale. Per la salute e protezione ambientale, il diplomatico, chiede continui interventi d’ aiuto, al Presidente americano, Jeorge Bush. Inoltre, il segretario, vuole chiarezza, sulla questione del Conflitto del Darfur. Il diplomatico, riesce a convincere il Presidente sudanese, Omar al-Bashir, di permettere l’ ingresso in Sudan, alle truppe del peacekeeping.

Le abilità diplomatiche

Durante la campagna, per la candidatura a segretario ONU, il diplomatico, effettua diversi discorsi, all’ Asia Society, ed al Council on Foreign Relations, di New York. Ban Ki-moon, utilizza come strumento di autopromozione, per la candidatura, la carica che esercita. Il politico, necessita dell’ appoggio della comunità diplomatica, e di tutti i membri del Consiglio, che sono Cina, Francia, Russia, Regno Unito e Stati Uniti. Il segretario, acquisisce fama e popolarità in Washington, poiché convince, il governo sudcoreano, ad inviare le truppe in Iraq. Tuttavia, il segretario ONU, si oppone a diverse decisioni statunitensi. Ban Ki-moon, sostiene l’ ideologia della Corte penale internazionale, e favorisce un riscontro positivo, con la Corea del Nord.

Polemiche sulla pena di morte

Il 23 gennaio 2007, Ban Ki-moon, inizia il mandato di segretario dell’ ONU, ed al primo incontro con la stampa, esprime opinioni, che scatenano numerose polemiche. Il portavoce delle Nazioni Unite, rifiuta di condannare la pena di morte, che la Corte Suprema Irachena, impone a Saddam Hussein. Il discorso del segretario, si oppone agli ideali tradizionali dell’ ONU, in merito ai diritti umani. Il segretario, chiarisce la sua posizione, sui casi Barzan al-Tikrjtj e Awad al-Bandar, in cui due ufficiali iracheni subiscono l’ accusa dell’ uccisione di 148 shiiti, negli anni ottanta. Il portavoce ONU, convince il governo dell’ Iraq, a sospendere le esecuzioni di morte, future.

Ban Ki-moon ed i riconoscimenti

Ban Ki-moon, riceve dal governo della Corea del Sud, l’ Ordine del servizio di merito, nel 1975, 1986, e 2006. Il segretario ONU, per i successi diplomatici, riceve la Gran decorazione d’ onore dall’ Austria, nel 2001. Altri riconoscimenti sono la Grande Croce del Rio Branco, dal governo del Brasile, la Grande Croce del Sole, dal governo del Perù, e la Korea Society, di New York. Inoltre, per il contributo all’ amicizia, tra Stati Uniti e La Repubblica di Corea, Ban Ki-moon, riceve il James A. Van Fleet Award.

Commenti